Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Bambini e gatti: crescere insieme è più bello
Carpi | 31 Maggio 2019

Un progetto che nasce per avvicinare i bambini in maniera consapevole ai gatti e consentire a questi ultimi di ricevere un po’ di calore umano e di coccole, ma che cela risvolti più profondi e importanti. Ad esempio, quello di sottrarre per un’oretta i bambini al caos della città e all’egemonia della tecnologia per consentire loro di immergersi nella natura e nei suoi rumori come i miagoli e le fusa dei mici e, parallelamente, quello di permettere a qualche felino di trovare una famiglia costruendo un’amicizia speciale con un bambino o una bambina. Il progetto di Educazione assistita con gli animali (EAA), che viene realizzato per il terzo anno consecutivo, si chiama Crescere insieme ai gatti, si rivolge ai bimbi dai 6 agli 11 anni di età per promuovere capacità, conoscenze e relazioni degli individui, ed è il frutto della collaborazione tra alcuni volontari del Gattile di Carpi (in particolare Monia e Chiara) e l’operatrice degli interventi assistiti con gli animali (pet-therapy) Alice Fava. Il primo incontro si è svolto lo scorso 22 maggio, mentre i prossimi si terranno il 5 e il 19 giugno, dalle 17 alle 18,15, presso il Gattile, in via Bertuzza, 6 (l’iscrizione è obbligatoria e il costo è di 8 euro a incontro. Per info: favaalice@yahoo.it - 340.7786589).

Alice, in concreto quali attività vengono proposte?

“Essendo laureata in Scienze dell’Educazione abbiamo deciso di creare incontri a scopo educativo alternando momenti di gioco e di creazione attiva ad altri di rilassamento, scambio e interazione diretta coi gatti”.

Quali benefici traggono bimbi e gatti da questi incontri?

“Lo scopo è quello di migliorare o accrescere la conoscenza dei bambini su chi è il gatto, come vive e come è meglio approcciarvisi. La possibilità di sperimentare tutto questo all’interno di un piccolo gruppo favorisce poi la socializzazione, la relazione e la comunicazione con persone che non si conoscono. I vari incontri si basano sul non-giudizio e sull’accettazione dell’altro, che si tratti di una persona o di un animale. La presenza dei mici aiuta i bimbi e le bimbe a prendersi un momento per loro stessi in cui potersi conoscere meglio, in un contesto di pace e natura, allontanandosi così dalla frenesia della quotidianità, tutto questo accompagnati dall’equilibrio e dalla tranquillità di grandi maestri come i felini”.

Chiara Sorrentino


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie