Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La scienza che ci piace
Carpi | 17 Maggio 2019

Si è conclusa con due primi posti la partecipazione dei team carpigiani alla seconda edizione di Solarmobil Italia, tenutasi ieri, 16 maggio, presso l’Istituto Cavazzi Sorbelli di Pavullo. La gara metteva in competizione i prototipi a energia solare progettati e realizzati dagli studenti delle scuole medie e del biennio delle superiori. Tra i portacolori della nostra città, cinque team dell’Itis Leonardo da Vinci, coordinati dai professori Stefano Covezzi, Sandro Gualdi e Floriana Fantuzzi.
I ragazzi, alla loro seconda partecipazione alla gara nata in Germania più di dieci anni fa su impulso del Ministero dell’Istruzione con l’intento di stimolare gli studenti allo studio delle materie scientifiche, si sono cimentati con l’utilizzo di diversi materiali privilegiando quelli a basso impatto ambientale, come richiesto dal regolamento.
La partecipazione a Solarmobil è stata un’avventura straordinaria: “a Pavullo ci avevano messo a disposizione un laboratorio attrezzato ma noi siamo arrivati pronti con un carrello attrezzi ben fornito per poter essere in grado di fronteggiare ogni emergenza”. Due i primi premi strappati nonostante la concorrenza “spietata”: nella Categoria Fast e nei Bienni.
Questo “piccolo gran premio”, una sorta di Eco Marathon in miniatura, ha consentito ai ragazzi di mettersi in gioco e acquisire nuove competenze: “dall’importanza del lavoro di squadra alla gestione dell’ansia durante la competizione. Per non parlare poi - aggiunge il professor Stefano Covezzi - dei contenuti tecnici: dall’uso del cad tridimensionale e della stampante 3D all’imparare a padroneggiare l’energia fotovoltaica necessaria per mettere in moto i prototipi”.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie