Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Torna la Staffetta Terremoto Emilia
Carpi | 17 Maggio 2019

La Staffetta Terremoto Emilia segna un’altra tappa importante del suo viaggio nel tempo e nel territorio, per legare nella solidarietà, nella speranza e nel sostegno che lo sport sa innescare le comunità colpite nel 2012 dal sisma. Un viaggio partito quando i Comuni erano ancora gravemente feriti e si apprestavano al lungo e complesso percorso della ricostruzione.

La manifestazione di quest’anno – l’ottava – approderà a Vigarano Mainarda. Secondo la pianificazione, destinazione ultima sarà la splendida corte colonica privata di Diamantina, “I Palazzi”, dove in quei giorni è in corso la Festa dello Sport e la Sagra contadina. Il comune ferrarese lo aveva chiesto al termine della manifestazione dello scorso anno, conclusa invece nella splendida Piazza Martiri di Carpi. 

La Staffetta Terremoto Emilia è una gara rigorosamente non competitiva ma che, in nome della solidarietà, ha saputo sinora richiamare l’attenzione di quanti amano uno sport dalla forte componente individuale, ma sanno viverlo in squadra e, soprattutto, con un pensiero rivolto agli altri. L’incasso della manifestazione verrà anche quest’anno donato in beneficenza, a iniziative sociali legate allo sport. Le partenze avverranno anche da lontano e, come è sempre accaduto, i podisti potranno coprire tratti corrispondenti alle loro aspettative, brevi o lunghi, purché in compagnia, portando a turno la bandiera del paese dal quale provengono. Molti dei partecipanti, nelle edizioni passate, non hanno potuto raggiungere il traguardo, garantendo tuttavia una preziosa collaborazione. E l’invito del comitato organizzatore resta lo stesso: partecipare, poco o tanto che si riesca a fare.

L’appuntamento è fissato per sabato 18 maggio. Sarà l’ultima edizione che prevede la formula tradizionale, ovvero il passaggio dei podisti tra tanti paesi, il direttivo, infatti, ha ipotizzato una soluzione diversa per il prossimo anno. Sarà quindi l’ultima volta che la Staffetta attraverserà centri abitati e capoluoghi in un progressivo passaggio delle consegne, con punti di partenza a raggiera.

Il Comitato organizzatore, di cui fa parte anche l’Atletica Cibeno, sta definendo gli ultimi dettagli, in particolare la proposta dei percorsi “protetti” che verrà condivisa con le Amministrazioni Comunali dei paesi che saranno attraversati da questo fiume colorato di camminatori. 

A Carpi il ritrovo è fissato alle 9.20 presso via Cabassi, all’angolo con via Duomo, per partire alla volta di Rovereto s/S dove alla staffetta carpigiana si unirà quella proveniente da Novi per partire poi alla volta di Cavezzo, Villafranca, San Felice, Rivara, Massa Finalese, Bondeno fino a Vigarano, dove a partire dal pomeriggio inoltrato si concentreranno, tutti insieme, i podisti in arrivo da circa 40 tra Comuni e paesi del cratere sismico, identificato dalle scosse del sisma emiliano del 2012.

S.G.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie