Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Il gioco ti toglie tutto
Carpi | 11 Maggio 2019

Una coppia a cui, mentre sta consumando il proprio pasto a tavola, viene letteralmente portata via la casa: questa la prima immagine scelta per la campagna Il gioco ti toglie tutto, concepita per sensibilizzare la cittadinanza sui pericoli insiti nell’abuso del gioco d’azzardo e promossa dalla rete Non giocarti il futuro!, con il patrocinio di Comune di Carpi e Unione delle Terre d’Argine e grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna (erogato nell’ambito del progetto di valorizzazione del marchio Slot Free). L’immagine, a cui ne seguiranno altre due, rispettivamente il 13 e il 27 maggio, è realizzata su quattro grandi poster di 6x3 metri, che saranno affissi in altrettante zone di grande percorrenza della città, ovvero di fronte al Cinema Space City, in via dell’Industria, nei pressi dell’Istituto Meucci – Cattaneo, sulla Tangenziale Losi, nel parcheggio del Centro commerciale Il Borgogioioso e nel parcheggio di viale Peruzzi.

Se, come riportano i dati disponibili forniti dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel 2016, la spesa legata al gioco d’azzardo legale ha superato, a Carpi, i 30 milioni di euro (per la precisione 30.057.674 euro), ovvero 510,88 euro a testa, se suddivisa per ogni cittadino maggiorenne, ai volontari della rete Non giocarti il futuro! appare evidente come occorra incentivare gli sforzi anche dal punto di vista comunicativo, portando le conseguenze del gioco d’azzardo direttamente sulle strade, visibili da tutti, in contrapposizione alla pervasività della pubblicità che incita a tentare di cambiare la propria vita cedendo alle lusinghe dell’azzardo.

In questi mesi la Rete ha portato avanti anche una campagna per pubblicizzare gli esercizi che, in città, hanno rinunciato o si sono impegnati a non collocare al proprio interno slot machines, aderendo al marchio #SlotFreeER della Regione Emilia-Romagna.

“Al sogno di una svolta economica capace di cambiare la propria vita – commenta la coordinatrice di Non Giocarti il futuro, Maria Vittoria Bertacchini – noi vogliamo contrapporre attraverso immagini di carattere vignettistico, in grado di attirare anche l’attenzione dei giovani, la terribile concretezza delle devastazioni economiche, familiari e sociali, che il gioco d’azzardo produce in troppe persone. Se la ludopatia è in aumento, e se a farne le spese sono, come sempre, le fasce più fragili della popolazione (quali giovani, anziani soli, disoccupati, immigrati, famiglie) tanto più forte e chiaro dev’essere il messaggio di chi vuole contrastare tale piaga: il gioco ti toglie tutto. L’auspicio è che questa campagna contribuisca a diffondere il concetto”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie