Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La nuova vita per Carpi
Carpi | 16 Aprile 2019

Il Movimento 5 Stelle di Carpi ha presentato i candidati in lista e il programma per le elezioni amministrative domenica 14 aprile presso la sala Loria. Insieme a Monica Medici, candidata sindaco, definita “leonessa, per la sua grinta e il suo amore per Carpi”, sono saliti sul palco Eros Andrea Gaddi, Domenico Barba, Marco D’Alessio, Angelo Anziano, Andrea Branchini, Mario Mantini, Luigi Saracino, Mario Carbonati, Alice Aldrovandi, Maria Grazia Tosatti, Barbara Corradini, Stefania Graziano, Patrizia Ferrari, Emanuela Gualdi, Giuliana Lugli, Stefano Bisi, Luigi Sposito, Mario Bigi, Paolo Stevanin, Andrea Righi, Claudio Antonioni, Danny Gattuso, Roberto Barasso. Erano presenti anche Vittorio Ferraresi, sottosegretario alla Giustizia, l’onorevole Stefania Ascari membro della Commissione Giustizia della Camera e la senatrice Maria Laura Mantovani, segretario della Commissione Affari Costituzionali del Senato.

“Stavolta ce la giochiamo davvero perché il risultato non è scontato” esordisce la Medici. “Siamo a presentare il programma perché la città deve avere il tempo di conoscerlo e approfondirlo”.

La nuova vita per Carpi si struttura in capitoli che illustrano le proposte del Movimento 5 Stelle “per rendere la città più bella, sicura, facile, curiosa, sana, dinamica da vivere”.

Il verde, non solo pubblico ma anche privato, gioca un ruolo di primo piano: per aumentare il numero di piante l’idea è quella di tornare ad alberare i viali ed incentivarne la presenza nelle aree private mentre sul piano dell’urbanistica i Cinque Stelle si dichiarano “a cemento zero” prevedendo nuove costruzione su aree già urbanizzate oggi inutilizzate.

Una Carpi più bella si attraverserà in bici più velocemente che in auto e avrà mezzi pubblici sulle principali tratte casa-lavoro. Sarà più sicura grazie al potenziamento dell’organico di polizia municipale a cui verrà affiancata l’unità cinofila e grazie alla dotazione di strumentazione all’avanguardia per osservare in tempo reale le immagini delle telecamere.

Carpi sarà più ricca perché è indispensabile accedere ai fondi europei attivando alleanze con i comuni limitrofi di Correggio, Mirandola, della bassa reggiana e modenese per costruire reti così come l’Europa chiede e ci sarà un ufficio dedicato all’interno del Comune per studiare i progetti.

Carpi sarà più divertente grazie al Caffè Letterario che troverà posto all’interno degli uffici di Qui Città: in tutte le ore del giorno sarà possibile ascoltare musica o discutere di libri perché “i carpigiani si lamentano della solitudine ancor più del passaggio a livello”.

Lungo l’elenco (consultabile sul sito www.carpi5stelle.it) fino all’ultimo punto, “il più importante”: la grande squadra. “Sono i settecento dipendenti comunali che io - conclude Monica Medici – mi impegno a valorizzare”.

 

 

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie