Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Alzheimer e cohousing
Carpi | 15 Aprile 2019

Molti familiari di fronte alle difficoltà nell'assistenza a un congiunto con demenza si interrogano su quali siano le scelte assistenziali migliori e fino ad ora spesso la scelta è tra il domicilio e una struttura residenziale. Da qualche hanno c'è un'alternativa, almeno una prima sperimentazione a Modena: si chiama Cà nostra e recentemente è stata duplicata con Cà nostra2.
Pensate ai vostri cari con Alzheimer uscire da casa loro per entrare in un’altra casa, con la loro camera, il bagno, la cucina, la poltrona, magari con la possibilità di arredare la casa con qualcosa di personale, il proprio comodino o il quadro tanto amato. Si tratta di una nuova casa dove le persone possano vivere la propria quotidianità seguiti e supportati da  personale assistenziale che vive con loro,  con la possibilità per i famigliari di andare a trovare il proprio caro in qualsiasi momento. Questa è Ca’ Nostra, la prima cohousing in Italia che coniuga la  domiciliarità con la cura e il bisogno di socialità per gli ospiti e per la loro famiglia. E' un progetto di welfare innovativo che si è sviluppato già in diversi paesi del Nord Europa e che, grazie al Comune di Modena con la collaborazione di diverse associazioni, , è arrivato anche in Italia da maggio 2016. Fin dai suoi inizi l'avanzamento del progetto in tutti i suoi passi esecutivi è stato seguito e documentato da Cristiano Regina, regista del documentario Ca’ Nostra. Il documentario mostra, senza filtri, la nascita della cohouse, dalla selezione del personale, passando per i familiari e il delicato momento di passaggio tra la casa e un nuovo ambiente, per arrivare alla quotidianità. Con fine sensibilità pur nel realismo della descrizione , cogliamo il vissuto dei familiari, i loro dubbi, le speranze nel cercare il meglio coniugando il desiderabile con il possibile. Cà nostra sarà proiettato stasera, 15 aprile, alle 21, presso il Cinema Eden a Carpi in Via S.Chiara, 22. Biglietto unico: 5 Eeuro.
Saranno presenti alla proiezione volontari dell'associazione G.P. Vecchi di Modena e GAFA di Carpi, il regista Cristiano Regina e il dottor Andrea Fabbo direttore della Struttura Complessa  Disturbi Cognitivi e Demenze dell'Ausl di Modena.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie