Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Al primo posto c’è la sicurezza
Carpi | 09 Marzo 2019

Federica Boccaletti candidato sindaco a Carpi per il centro destra si è presentata oggi alle 15 presso il ristorante Il 25 a Carpi accompagnata dai referenti dei partiti che la sostengono: accanto a lei Benedetta Fiorini, onorevole di Forza Italia eletta alla Camera nel collegio uninominale di Sassuolo Modena sud, l’ingegner Massimo Barbi, consigliere comunale di Forza Italia a Carpi, Gianluca Vinci, segretario nazionale Emilia della Lega, Guglielmo Golinelli, commissario della Lega sezione di Carpi, Ferdinando Pulitanò coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia e Luca Negrini della lista civica Siamo Carpi (in provincia Siamo Modena e Siamo Sassuolo).

“Ho 44 anni e sono giornalista: io e la mia squadra siamo convinti che Carpi abbia bisogno di voltare pagina, di rialzare la testa e la nostra proposta è quella di cui Carpi ha bisogno, non più rimandabile” esordisce Boccaletti.

“Insieme alla squadra è in fase di elaborazione elaborato il programma a cui ognuno ha dato il contributo in base alle proprie competenze e che verrà presentato, tema per tema, durante la campagna elettorale in mezzo alla gente”.

Al primo posto c’è la sicurezza perché “Carpi sta evidenziando problematiche inquietanti e preoccupanti: lo dico da donna che vuole vivere la città in piena libertà di giorno e di sera. La riorganizzazione della Polizia municipale è uno dei mezzi di cui i sindaci dispongono per garantire un miglior controllo del territorio: più agenti in mezzo alla gente e sempre meno negli uffici perché ci sono zone, come i parchi e il parcheggio dell’ospedale, che vanno presidiate. Ritengo offensivo chi minimizza facendone una questione di percezione perché che cos’è la percezione se non il sentimento con il quale io vivo la mia quotidianità e la preoccupazione per l’aumento della criminalità?” sostiene Boccaletti.

Poi cita tra le priorità la ridefinizione dei criteri per l’accesso ai servizi sociali, il rilancio del centro storico e la sanità.

“Il centro storico deve essere motivo d’orgoglio per i carpigiani e per rilanciarlo bisogna dire no all’allargamento della Ztl che rappresenta una pietra tombale sul centro storico. Le auto in cerca di parcheggio continuerebbero a girare a vuoto inquinando ancora di più. Il sindaco ha la responsabilità di recarsi nelle sedi opportune per dire che Carpi non ha le caratteristiche per mettere in piedi l’allargamento della Ztl. Per contenere l’inquinamento atmosferico l’unica alternativa è la bicicletta, servendo la città di piste ciclabili”.

Poi c’è il grande nodo della sanità per il quale “sono state spese troppe parole. La Lega è abituata a passare dalle parole ai fatti. Questa amministrazione ci ha regalato l’immobilismo”.

Infine un accenno alle frazioni, “siamo convinti che debbano essere adeguatamente rappresentate e per questo un rappresentante dovrebbe dialogare con l’amministrazione afinché tenga conto dei problemi delle frazioni”.

“Carpi rialza la testa è il nostro slogan e quest’anno può essere quello della svolta. Come minimo si andrà al ballottaggio” conclude Boccaletti.


 

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie