Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La stagione delle nomine
Carpi | 02 Febbraio 2019

E’ tempo di cambi al vertice delle aziende di Stato e Roma, come d’abitudine in questi frangenti, impazzisce come una maionese andata a male. L’occasione è troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire, ma il gioco, questa volta, va troppo oltre. La decisione di non confermare l’amministratore delegato di un grande gruppo si rivelerà improvvida, lasciando tra le mani dei politici il cadavere del dirigente destinato alla sostituzione, ritrovato impiccato in una pensioncina del Sud: queste le vicende che danno il via a La stagione delle nomine, il nuovo romanzo di Pier Luigi Celli. Il manager e scrittore presenterà il libro al Club Giardino lunedì 4 febbraio, alle 21, dialogando con il giornalista Pierluigi Senatore nel corso di un incontro gratuito e aperto a alla cittadinanza.

A dirimere il puzzle maleodorante narrato nel libro, tra le trame di salotti ormai decrepiti, i tentativi di ritrovare spazio di qualche eminenza vaticana e l’emergere di brandelli di vecchi apparati di sicurezza del grande partito dei lavoratori, verrà chiamato il commissario Guglielmi, uomo forgiato dalla montagna e alla guida di una squadra molto variegata, costretto a navigare tra mille insidie ma capace di resistere, sostenuto da un intuito affinato, ascoltando molto e giudicando poco. Nel risolvere l’intrigo a dispetto dei tanti che hanno fatto a gara per fermarlo, Guglielmi non può che riflettere sulle miserie a cui è stato condotto il paese da un ceto dirigente approssimativo e arrogante.

“Poter avere tra noi una persona del calibro di Celli – commenta il presidente del Club Giardino, Carlo Camocardi – non può che renderci orgogliosi. La serata, aperta a tutti, rappresenterà un’opportunità unica, per conoscere di prima mano la genesi della sua ultima fatica letteraria e per farci raccontare alcuni dei retroscena e delle curiosità che riguardano gli alti livelli dell’economia e della politica italiane, da un testimone d’eccezione. Questo appuntamento rappresenterà un momento per riflettere, anche attraverso il potere della narrativa, sul nostro presente e, di conseguenza, sul futuro che ci aspetta o che sapremo costruire”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie