Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Federico Fellini e il doppiaggio
Carpi | 22 Novembre 2018

Ci sono voci nell’ombra, nel mondo del cinema, che sono state capaci di dare corpo e anima alle emozioni e ai sentimenti dei personaggi che dal grande schermo hanno fatto appassionare milioni di telespettatori: si tratta dei doppiatori. Sabato 24 novembre, alle 19, la Sala Degoli del Teatro Comunale di Carpi sarà il luogo in cui tutti gli amanti del cinema potranno approfondire e partecipare al dibattito su questo aspetto della Settima arte, tanto centrale quanto troppo spesso sottovalutato o addirittura non considerato. Protagonisti dell’incontro - promosso dall’Associazione culturale MacGuffin, con il patrocinio del Comune di Carpi e il sostegno di OGS - saranno lo storico del doppiaggio Gerardo Di Cola e il doppiatore Michele Kalamera, voce italiana di Clint Eastwood, i quali dialogheranno con il giornalista cinematografico Enzo Latronico.

La critica cinematografica, italiana e non solo, si è spesso maldisposta verso la pratica del doppiaggio in genere e della postsincronizzazione (doppiaggio italiano su film italiani), per ragioni più intellettuali che tecniche, mai profondamente chiarite. Grazie a Gerardo Di Cola, che a Carpi presenterà il suo ultimo libro Federico Fellini e il doppiaggio. Viaggio alla scoperta del rapporto del grande regista con il doppiaggio, emergerà una questione ancora aperta. L’iniziativa vedrà inoltre la partecipazione straordinaria di Michele Kalamera: voce italiana di Clint Eastwood, ha prestato la voce ad attori del calibro di Christopher Walken, Ben Kingsley, Max von Sydow, Steve Martin, Michael Caine, Anthony Hopkins e Roger Moore.

L’evento, a partecipazione gratuita, rappresenterà un appuntamento importante per gli appassionati di cinema, che potranno così scoprire numerosi aneddoti legati alla realizzazione dei film e al tema del doppiaggio italiano, tra i più celebri e apprezzati al mondo.

“Oltre a essere un appuntamento importante per lo spessore culturale degli ospiti – commentano Simone Ramella e Francesco Orlandi, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione culturale MacGuffin - rappresenterà anche un’occasione per riportare il cinema a casa. Reggio, Carpi e Modena hanno avuto una grande tradizione cinematografica, non solo per quanto riguarda i film realizzati ma soprattutto per l’approfondimento, con straordinari cineforum. Non dimentichiamoci che Federico Fellini era nato a Rimini. Questo incontro con Gerardo Di Cola e Michele Kalamera potrebbe essere l’incipit per portare a Carpi un festival dedicato al doppiaggio o al cinema in generale, una serie di tavole rotonde, lavorando sul territorio per il territorio”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie