Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Notariato tra presente e futuro
Carpi | 08 Ottobre 2018

Il notariato tra presente e futuro, le opportunità e le sfide presentate dalle nuove tecnologie e i modelli di associazionismo virtuoso: questi, in estrema sintesi, i temi del programma scientifico dell’edizione 2018 della Festa dei Lustri, che si terrà sabato 13 ottobre presso l’Accademia militare di Modena. Promosso da Federnotai Emilia Romagna - Associazione Sindacale dei Notai dell’Emilia-Romagna Aldo dalla Rovere, con il patrocinio del Consiglio notarile del Distretto di Modena, il convegno - che inizierà alle  9 per proseguire sino alle  18 - vedrà svolgersi anche la tradizionale cerimonia di consegna dei Diplomi dei Lustri ai notai che hanno compiuto cinque  anni di servizio, e multipli di cinque.
A portare i propri saluti, anche il Sottosegretario alla Giustizia, On. Jacopo Morrone. Se la mattinata di lavori, dedicata ai temi della disintermediazione e del digitale – con, tra gli altri, l’esperienza del Bollino Blu (il database delle abitazioni in vendita che non necessitano di ulteriori accertamenti, in quanto già verificate dal notaio), l’ipotesi di un nuovo  Codice Deontologico – vedrà dibattere Valentina Rubertelli, Paolo Broccoli, Maura Manghi, Giampaolo Marcoz e Giannantonio Pennino, al pomeriggio si discuterà  di modelli per il notariato del futuro, interrogandosi sui vantaggi degli studi associati e le reti tra notai, alla luce della domanda circa l’attualità o meno dei microstudi, insieme a Paolo Broccoli, Roberto Paone e Luca Sioni. A moderare la giornata sarà la carpigiana Flavia Fiocchi, Presidente del Consiglio notarile del Distretto di Modena, che commenta così l’iniziativa: “siamo molto onorati di aver patrocinato questo  convegno – spiega il notaio Fiocchi, anche Presidente del Comitato Regionale dell’Emilia-Romagna – per l’importanza anche politica degli argomenti trattati e per l’indubbio spessore dei relatori, in una cornice magica e solenne allo stesso tempo, quale l’Accademia Militare di Modena, che è al contempo simbolo di tradizione e servizio , come il Notariato, anche il più moderno”.
Le fanno eco le parole di Giannantonio Pennino, Presidente di Federnotai Emilia Romagna: “la  tradizione vuole che la Festa dei Lustri sia caratterizzata dai saluti delle varie autorità, tra cui quest’anno quello del sottosegretario del Ministero di Giustizia On Jacopo Morrone, e da due momenti distinti: da un lato quello istituzionale/scientifico, che vedrà i notai in congresso a trattare argomenti inerenti il notariato, dall’altro conviviale, aperto alle  famiglie, con visita alla prestigiosa Accademia e cerimonia di consegna dei diplomi a coloro che abbiano compiuto un lustro o multipli di un lustro di professione. L’evento costituisce un appuntamento fisso per il notariato regionale, al quale partecipano notai di tutta Italia, accomunati dal desiderio di ritrovarsi con amici e colleghi da tempo persi di vista”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie