Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Vita da cani
Carpi | 06 Settembre 2018

Quando il padrone non c’è, Fido va all’asilo. Al Dog Park Il Sogno la vita da cani non è mai stata così piacevole: attività insieme agli altri amici a quattro zampe, giochi all’aria aperta, pappa e pisolino e tutto questo non prima di una preliminare fase di inserimento per osservare il comportamento del cane nel nuovo ambiente, lontano dal proprietario, proprio come si fa con i bimbi al nido e alla scuola d’infanzia.
In un’oasi verde di quasi un ettaro, in via Remesina Esterna, al civico 6, la 32enne carpigiana Tatiana Cipolli e il suo compagno Riccardo Pazzaglia hanno creato, proprio dietro la loro abitazione, un luogo dove i proprietari di cani possono lasciare il proprio amico a quattro zampe quando non possono occuparsene personalmente. Insomma un vero e proprio asilo canino. Che si tratti di parecchi giorni o di poche ore, Tatiana e Riccardo si prendono cura dei cani altrui come se fossero i loro. “Siamo una grande famiglia - racconta Tatiana - e adoro la vita con tutti loro. Ho sempre avuto la passione per i cani, ma da bambina i miei non ne volevano sapere di prenderne uno. Poi, a 15 anni, ho iniziato a fare volontariato al Canile di Carpi e sono riuscita finalmente a convincere i miei ad adottare la mia prima cagnolina. Da allora ho sempre fatto di tutto per stare a contatto con i cani. Prima il corso da educatore cinofilo, poi il lavoro in una pensione per cani e in una toelettatura, ma ancora non riuscivo a farne un’attività a tempo pieno. Nel mezzo ben tredici cani adottati. Dieci di loro sono ancora al mio fianco e mi aiutano ogni giorno ad accogliere i nuovi ospiti. Poi, finalmente, sono riuscita a farmi concedere il permesso dal Comune di Carpi, dopo un iter burocratico lungo e difficoltoso in quanto non esisteva ancora un piano per questo tipo di attività professionali. E così, dopo dieci anni di lavoro d’ufficio, ho finalmente realizzato il sogno di vivere e lavorare per e con i cani”.
Che spazio avete allestito per loro?
“Abbiamo creato dieci casette coibentate di due metri per due con veranda, più un giardino esterno di circa cento metri quadrati. In ogni casetta ci possono stare due o più cani a seconda della loro compatibilità. Le casette sono anche riscaldate per i mesi invernali. Poi, ci sono due aree comuni dedicate allo sgambamento e ad altri giochi e attività e delle piccole piscine per i cani che amano l’acqua”.
Come funziona l’accesso al vostro asilo?
“La prima cosa da fare è fissare un appuntamento poi, prima di far frequentare al cane la nostra struttura, per periodi più o meno lunghi, effettuiamo almeno una prova di inserimento in cui valutiamo il comportamento del cane in assenza del proprietario. E’ fondamentale che durante il soggiorno il cane sia a proprio agio. La prima prova dura circa 2 ore ed è gratuita. In seguito alla valutazione che facciamo durante la prova siamo in grado di dire se il cane necessita di più incontri. Più volte il cane frequenterà la struttura e più sarà sereno durante il soggiorno, quindi consigliamo di effettuare almeno una mezza giornata e una giornata intera prima di lasciarlo. Una volta inserito prendiamo accordi col padrone sui giorni e gli orari di accompagnamento e ritiro. E’ molto importante, soprattutto le prime volte, conoscere l’orario preciso in cui l’ospite a quattro zampe arriverà per accoglierlo nel modo ideale per lui”.
Come trascorrono la giornata i vostri ospiti?

“Giocano, mangiano, dormono, corrono, giocano ancora e stanno all’aria aperta: insomma, fanno semplicemente i cani. Cerchiamo di stimolarli anche in attività nuove. Per noi l’obiettivo principale è quello di favorire la socializzazione, questo li aiuta a sentire meno il distacco e anche a imparare a rapportarsi in modo corretto con i loro simili, cosa non sempre possibile per un cane cittadino. Per quanto riguarda il momento della pappa preferiamo farci portare il cibo direttamente dal proprietario per non stravolgere totalmente le loro abitudini”.
Offrite anche altri servizi?
“Al momento uno dei servizi disponibili è quello di toelettatura, ovvero è possibile venire a riprendere il proprio amico lavato e spazzolato dopo la vacanza e, inoltre, ci avvaliamo della collaborazione di un dog trainer per stage, passeggiate sociali e anche lezioni di educazione individuali. Nel futuro il nostro desiderio sarebbe quello di rendere disponibili sempre più servizi”.
A proposito di costi qual è la tariffa per una giornata?
“Dieci euro la mezza giornata, quindici la giornata intera e venti con il pernottamento”.
Progetti per il futuro?
“Tra i tanti vi è quello di taxi-dog che viene a prendere il cane direttamente al domicilio e lo riporta indietro; utile per tutti i clienti che per lavoro e non solo non riescono a portarlo di persona. Il nostro obiettivo è sempre quello di coccolare i cani, semplificare la vita ai loro padroni e diventare un punto di riferimento nella nostra città. Se volete saperne di più vi aspettiamo il 16 settembre all’inaugurazione, dalle 16 alle 20, e mi raccomando, non portate il vostro amico peloso quel giorno, per evitare inutili stress a lui e agli altri ospiti”.
Chiara Sorrentino


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie