Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
E!State Liberi!
Carpi | 07 Luglio 2018

Aperto il bando di partecipazione al campo di volontariato e impegno civile E!State Liberi!: promosso dal Presidio Libera Peppe Tizian di Carpi, in collaborazione con il Coordinamento regionale Emilia-Romagna di Libera, il patrocinio del Comune di Carpi e il sostegno della Fondazione Casa del Volontariato, si svolgerà dal 27 agosto al 2 settembre, in Campania. Dopo San Cipriano d’Aversa, Fossato Ionico, Scampia, Cerignola e Crotone, quest’anno dieci giovani tra i 18 e i 32 anni, residenti sul territorio di Carpi, si recheranno ad Afragola, per partecipare al campo Liberi alla Masseria.

La Masseria Ferraioli è il bene confiscato più grande della provincia di Napoli, oltre 120mila metri quadrati di terreni e un fabbricato di oltre 1.000, immerso nella campagna. Le attività saranno a contatto con la natura, ma non mancheranno numerose visite e attività di formazione che permetteranno di incontrare la realtà di Napoli, dei suoi quartieri, da Ponticelli al Rione Sanità, per comprendere così la complessità del tessuto urbano.

Le attività formative si concentreranno in particolare sulla lotta al caporalato e sul ruolo del sindacato. E, ancora, si parlerà di inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, del contrasto alla violenza sulle donne, della difesa dell’ambiente e della promozione delle eccellenze gastronomiche. L’obiettivo? Mostrare come le realtà positive siano molto più diffuse e radicate rispetto a quelle negative. “Conoscere le realtà che al Sud, da decenni, riutilizzano i beni confiscati alle mafie e ne fanno veri e propri incubatori di impresa sociale è fondamentale per imparare come riutilizzare le decine di beni già confiscati in Emilia Romagna: appartamenti, ville, locali, imprese. La conclusione del processo Aemilia, tra l’altro, - commenta Rebecca Righi, del Presidio Libera di Carpi - porterà con sé ulteriori confische per centinaia di beni, che non possono rimanere abbandonati. I giovani emiliani avranno così la possibilità di entrare nella logica del riutilizzo sociale, di vedere esperienze di successo e di iniziare a immaginare un futuro possibile dei beni confiscati alle mafie anche al Nord”.

Tutte le iniziative saranno guidate dagli organizzatori del campo, dagli studenti del territorio e dai cittadini che stanno affiancando la rinascita della Masseria Ferraioli. Così facendo, si realizzerà un concreto scambio reciproco.

La partecipazione sostenuta dagli enti patrocinatori comprende copertura assicurativa, vitto e alloggio. Saranno a carico dei partecipanti spese di viaggio e altre spese non incluse. La domanda dev’essere inviata entro domenica 15 luglio all’indirizzo presidio.carpi@libera.it.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie