Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
A Carpi uno spettacolo su don Oreste Benzi
Carpi | 08 Novembre 2017

Questa sera (mercoledì 8 novembre) alle 21 a Carpi presso il cinema Corso sarà rappresentato lo spettacolo "Portami a casa": racconta le case famiglia di Don Oreste Benzi, l’infaticabile sacerdote riminese scomparso esattamente dieci anni fa. Lo spettacolo è messo in scena, grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, dagli attori della compagnia teatrale Piccola Piazza d’Arti della Comunità Papa Giovanni XXIII. La sceneggiatura ripercorre, attraverso alcuni episodi della vita di don Oreste Benzi, l'incontro con persone che hanno sperimentato opportunità di rinascita e di riscatto.

Venerdì 10 novembre alle 21 andrà in replica a Mirandola (MO), Auditorium Rita Levi Montalcini, via 29 maggio 4.

Chi era don Oreste Benzi: nato nel 1925, spende la propria vita a favore degli ultimi. Giovane sacerdote nell'Italia martoriata del dopoguerra, propone ai giovani «un incontro simpatico con Cristo». Nel 1968 con un gruppetto di ragazzi e alcuni altri sacerdoti dà vita all’Associazione Papa Giovanni XXIII, che conta oggi oltre 400 case famiglia e realtà di accoglienza in tutto il mondo. Don Benzi guida l’apertura della prima Casa Famiglia a Coriano, sulle colline riminesi, il 3 luglio 1973. È il primo in Italia a lottare contro la cultura della prostituzione e a denunciare la tratta delle donne; con la sua lunga tonaca scura ed il rosario in mano negli anni '70 ed '80 incontra le donne vittime del racket della prostituzione proponendo loro la liberazione immediata e l’inizio di una vita nuova.


 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie