Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Noi ci ricarichiamo elettricamente
Carpi | 31 Ottobre 2017

Diminuire le emissioni inquinanti con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’aria e dell’ambiente: questo l’obiettivo del Club Giardino, il primo ad aver installato su uno spazio privato nel territorio di Carpi, Palina, la colonnina per la ricarica delle auto elettriche dell’azienda Repower.
I numeri danno ragione alla sensibilità green del Club, da sempre storicamente orientato alla qualità della vita e alla tutela dell’aria e dell’ambiente: nel 2015 il numero di vetture elettriche in Europa è aumentato del 47,8% rispetto all’anno precedente, equivalente a 97.687 unità a zero emissioni, e le previsioni di vendita sono destinate a migliorare col passare degli anni. La colonnina di ricarica per le vetture a emissioni zero è dunque disponibile per tutti i soci e i fruitori delle attività del Club. Il Giardino è una delle eccellenze individuate in tutta Italia per l’avvio del progetto Ricarica 101, il primo circuito nazionale per auto elettriche costituito da privati. Palina non è soltanto un mezzo per ricaricare i veicoli, ma anche per trasmettere contenuti multimediali e illuminare: oltre a fornire la possibilità di effettuare due ricariche simultanee, il suo impianto a Led a basso consumo ed elevato rendimento è regolato a luce naturale, per illuminarla soltanto quando occorre. Inoltre, la colonnina, grazie a un sistema di telegestione, è connessa in rete, entrando a far parte di un vero e proprio circuito della mobilità ambientale che percorre tutto lo Stivale. “Quest’ultimo investimento del Club Giardino – commenta il presidente Carlo Camocardi – non fa che proseguire la nostra visione, che intende coniugare l’eccellenza in tutti gli ambiti alla cultura, anche ambientale. Siamo poi particolarmente orgogliosi di essere i primi, a Carpi, a poter proporre questo tipo di innovazione tecnologica e ci auguriamo che il nostro esempio possa spingere anche altre realtà verso la mobilità a zero emissioni inquinanti, contribuendo a diffondere il rispetto per l’ambiente e per la salute. Il futuro arriva molto più in fretta di quanto si pensi e con questa novità il Club Giardino ha compiuto un deciso passo per avvicinarsi a esso”.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie