Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Al servizio della nostra città
Carpi | 12 Ottobre 2017

E’ nata in punta di piedi, quasi quattro anni fa, sulla scia di un fenomeno, quello dei social, ormai virale. Da allora però, Sei di Carpi di se… è diventata grande e ha cambiato volto. Fondata dalle due amiche Caterina Guidetti e Angela Righi, la pagina Facebook dedicata alla Corte dei Pio oggi “è diventata un vero e proprio punto di riferimento per l’intera città. Non ci saremmo mai aspettate un successo di queste proporzioni”, sorride Angela. Con oltre 11.500 iscritti, la pagina è in continua crescita: “riceviamo ogni giorno circa 20 - 30 richieste di nuove iscrizioni ma siamo molto attente nel selezionarle poiché il nostro desiderio è quello di qualificare sempre più il gruppo”. Nata per raccontare la carpigianità, la pagina, dal sapore dolcemente nostalgico, dapprima ospitava perlopiù scorci cittadini in bianco e nero, sospesi tra ieri e oggi, e aneddoti squisitamente carpigiani. “Una vera e propria Radio Bugadera, giusto per utilizzare un’espressione che avrebbe usato mia nonna”. Da quel passato, la pagina ha compiuto un enorme balzo in avanti: “evolverci era inevitabile. Sentivano un crescente fermento e abbiamo deciso di trasformarci in uno strumento di informazione per la cittadinanza. Vogliamo affermarci sempre più come un gruppo di servizio e al servizio della città”. Non c’è spazio per la polemica e la lamentela sterile su Sei di Carpi se… “per le critiche, le rimostranze e i reclami vi sono altri gruppi e altre sedi”, chiarisce Angela. “Noi desideriamo raccontare Carpi, i servizi che offre, i corsi, gli eventi culturali o quelli benefici organizzati dal tessuto associativo locale. E, ancora, rilanciare on line le tante segnalazioni che riceviamo per cercare così, nel nostro piccolo, di offrire una cassa di risonanza a temi fondamentali come quelli legati alla sicurezza e alla meritoria opera svolta dal controllo di vicinato ad esempio. Molte persone sole o in difficoltà, in questi anni, hanno chiesto il nostro aiuto per segnalare irregolarità e anomalie e noi siamo ben liete di adoperarci in tal senso. I social consentono uno scambio di informazioni immediato e possono rivelarsi strumenti davvero potenti. Sulla nostra pagina poi, è ora possibile postare annunci personali: dalla ricerca di un calzolaio a quella di un idraulico… nulla di commerciale però. Sei di Carpi Se… non diventerà mai uno spazio in cui fare compravendite”. Nel gruppo oggi è tornato il sorriso: “dopo un periodo di pesantezza e malcontento, da qualche mese tra gli iscritti è riemersa la voglia di scherzare, di condividere anche momenti goliardici, leggeri. E questo è un bene”, sottolinea Angela Righi. Il gruppo, apolitico e trasversale, è particolarmente sensibile al tema della solidarietà: “grazie ai proventi del libro Sei di Carpi se… - pubblicato nel gennaio 2014 - siamo riusciti a raccogliere fondi poi destinati all’acquisto degli arredi della Biblioteca di Bastiglia dopo l’alluvione. Ci siamo spesi anche per il bene degli ospiti di Canile e Gattile e abbiamo sostenuto un’associazione operante in Africa. Di certo il nostro impegno non si fermerà”. Grazie all’incessante lavoro fatto da Angela e Caterina sono nati vari spin off: “da Ricette carpigiane a Negozi di Carpi. Pagine ben caratterizzate che meritavano uno spazio autonomo e indipendente”, spiega Angela.  
Il gruppo Sei di Carpi se… a quattro anni dalla sua nascita (il compleanno ufficiale si festeggerà a gennaio) “ha una identità precisa. E’ un gruppo per tutti e di tutti. Siamo al servizio della città: la demagogia non ci interessa, vogliamo dare informazioni utili e veritiere. Non ho alcuna ambizione di fare la giornalista - scherza Angela Righi - ma è davvero incredibile come le persone considerino la nostra pagina uno strumento aggiornatissimo di informazione. E’ un lavoro impegnativo, ci scrivono in tanti, ma a me piace così”.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie