Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Con La Casalinga la ricetta diventa stellata
Carpi | 10 Ottobre 2017

Autunno caldo nello store La Casalinga, negozio di casalinghi super accessoriati e articoli per la casa di Carpi, dove sono partite le grandi offerte e ci si appresta a ospitare due serate di cooking academy, in collaborazione con Kunzi, dedicate alla cucina naturale e alla realizzazione di sughi, salse e condimenti. I corsi si svolgeranno presso lo store di Corso Roma nei martedì 17 e 31 ottobre dalle 20 alle 23.
Intanto, fino al 31 ottobre, sulla pagina Facebook, è partito il contest La tua ricetta Casalinga diventa Stellata. Il contest invita a postare sotto il post la foto di un piatto realizzato nella propria cucina, allegando la ricetta e gli ingredienti. I dieci piatti che otterranno più “mi piace” verranno premiati l’8 novembre, durante un esclusivo aperitivo presso La Casalinga, dallo chef Carlo Gozzi, del prestigioso ristorante carpigiano L’Incontro, che reinterpreterà nel corso della serata, con il suo approccio creativo ai piatti della tradizione, la ricetta prima classificata e la trasformerà in una ricetta stellata. Per tutti i finalisti, l’incontro con Carlo Gozzi sarà l’occasione di ricevere consigli, suggerimenti o chiarimenti su come trattare le materie prime, rispettando ed esaltando i sapori originali, per realizzare piatti di grande effetto per una cucina attenta alle radici e insieme capace di osare spinta dal desiderio di ricercare. Inoltre l’autore o l’autrice della ricetta riceverà in regalo un superaccessoriato articolo da cucina tra quelli in vendita presso il prestigioso store di Carpi. Infine le dieci ricette, tra cui anche la versione stellata firmata da Carlo Gozzi verranno pubblicate nel Ricettario 2018 de La Casalinga.
“La cucina - spiegano Paola e Daniela Poletti, titolari del negozio La Casalinga - è oggi il luogo di una grande trasformazione perché è cambiato profondamente il rapporto con il cibo. Questi cambiamenti toccano gli strumenti come gli ingredienti e soprattutto richiede tecniche più evolute nel trattamento delle materie prime. L’attenzione verso la cucina ne ha anche valorizzato le componenti di design, rendendola forse uno dei luoghi di vita più qualificati. In questo contesto, sempre più esigente, resta immutato il nostro impegno a realizzare uno store di qualità, con prodotti di design e di alto livello tecnologico”.
Mentre il trend della cucina continua senza sosta e diventa il motore di destinazioni turistiche, eventi, riviste e programmi televisivi, alcuni elementi significativi incominciano a essere identificati dagli analisti. La prima tendenza, tra i dieci fattori chiave del fenomeno in Italia e non solo, è la frammentazione del sapere, consolidato nel tempo da diverse generazioni, riguardo al cibo. Questa frammentazione costituisce un elemento di rottura con il concetto di cibo secondo la tradizione, e innesca una compresenza con nuove acquisizioni e nuove richieste, di fatto un nuovo modo di guardare al cibo, un “menù” di opinioni sul cibo, fortemente condizionate dalle informazioni disponibili.
Per le nonne il cibo era soddisfare un bisogno primario. Per la generazione Z (quella che viene dopo i Millenials) il cibo “deve avere il gusto delle cose giuste”.
E proprio l’approccio etico, o ethical food, trend molto forte a livello mondiale, ha trovato in Italia con epicentro a Modena uno dei suoi percorsi più innovativi: il Refettorio di Modena che esporta su larga scala, sono infatti prossime le aperture a Londra e a New York, l’esperimento, riuscito, del Refettorio ideato a Milano dallo chef Bottura in collaborazione con la Diocesi durante Expo.
Carlo Gozzi è tra gli stimati chef che hanno aderito al progetto del Refettorio di Modena, rispondendo con grande professionalità all’invito di Massimo Bottura e della Caritas diocesana.  
Formatosi presso la Scuola Alberghiera e di Ristorazione di Serramazzoni, inserita nel circuito di formazione europea Eurhodip, Carlo Gozzi porta in cucina la sua professionalità affinata presso il ristorante L’Incontro, dove cucina e cantina si contendono l’apprezzamento degli amanti del cibo e del vino di qualità, - una gara senza vincitori ma con molte stelle - che accreditano il ristorante tra i più qualificati del territorio modenese. Tra i diversi riconoscimenti, lo chef carpigiano si è aggiudicato il primo premio “la sfoglia tira” edizione 2015, nel corso della tradizionale sfida tra Modena e Bologna presso palazzo Re Enzo a Bologna.
La cucina di Carlo Gozzi, per la prima volta ospite presso La Casalinga, unisce il desiderio costante di rivisitare la tradizione alla luce del nuovo a una ricerca del gusto giusto a partire dal rispetto delle materie prime e del genius loci -  sua la recente riscoperta della “fina” di Carpi, l’Antica Mostarda dei Pio -; un percorso ricco di talento che non finisce mai di sorprendere.

 

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie