Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Il nostro obiettivo? Fare massa critica
Carpi | 27 Settembre 2017

“Noi ci abbiamo sempre messo la faccia, non siamo certo leoni da tastiera”. A parlare sono Stefano Bisi e Giulio Torelli tra i fondatori della pagina Facebook Carpi Differente, nata con uno scopo preciso, “stimolare la discussione in modo costruttivo per favorire così un cambiamento concreto”. La pagina che oggi conta circa 2.800 iscritti continua a crescere e a catturare l’interesse di molti: “negli ultimi mesi - raccontano Bisi e Torelli - in città sta salendo la rabbia. La frustrazione. Sempre più delusi, i carpigiani auspicano un cambio di passo. Da oltre vent’anni Carpi è guidata da un’amministrazione dello stesso colore e tutte le Giunte che si sono susseguite si sono limitate a una gestione per così dire ordinaria. Non abbiamo mai avuto sindaci visionari, capaci di immaginare la città del futuro. Oggi più che mai è indispensabile dare il via a un processo di svecchiamento. Occorre una visione globale”. Cambiare passo, per Bisi, è un imperativo: “che impronta vogliamo dare a questa città? Quale sarà la sua evoluzione? Come immaginiamo Carpi tra dieci, venti, trent’anni?”. Rispondere a questi interrogativi è oggi imprescindibile. “Accontentarsi dell’ordinaria amministrazione o di azioni a spot non è più accettabile. Manutentare le strade, il verde pubblico… è il minimo sindacale. Una Giunta però deve andare oltre, approntando una progettazione sul medio - lungo periodo”.  Carpi Differente, nata quasi tre anni fa, si propone proprio di “accendere i riflettori su vari temi e su quanto non funziona, per stimolare la discussione e, perché no, avanzare proposte”, prosegue Stefano Bisi. “Laddove esiste un solo schieramento forte, mancano il dibattito, il confronto, gli stimoli… ecco perché nel nostro piccolo - aggiunge Torelli - cerchiamo giorno dopo giorno di mettere in evidenza alcune criticità e, al contempo, di informare la cittadinanza. Conoscere infatti è indispensabile per avanzare poi una critica seria e consapevole. La violenza con cui si esprimono tanti sui Social non ci appartiene. Crediamo fortemente nella partecipazione dal basso ma non vogliamo prestare il fianco a sterili polemiche, né cadere nella trappola del populismo. La politica fa parte della vita di ciascuno di noi: la tutela del bene pubblico è politica. Ecco perché tentiamo di spiegare i meccanismi che regolano i centri decisionali cittadini, a partire dal Consiglio Comunale, affinché la gente conosca e, a partire da quella consapevolezza, possa poi avanzare idee e sollecitazioni.
Non ci si può limitare certo a uno sterile Vaffa per cambiare qualcosa. La politica dev’essere attiva, propositiva e non distruttiva”. Gli amministratori della pagina Carpi Differente, Bisi e Torelli, unitamente a Paola Mocati e Loris Bussei, ci tengono a sgomberare il campo da ogni dubbio: “nessuno di noi aderisce a un partito, né milita in alcun movimento. Noi siamo super partes. Liberi. Il nostro obiettivo è semplicemente quello di mettere in circolo competenze e idee per il bene della nostra città. Fare massa critica insomma”.  Numerosi i temi che stanno a cuore ai fondatori di Carpi Differente: dal miglioramento del sistema di raccolta differenziata a una dotazione infrastrutturale maggiormente rispondente alle esigenze di una città sempre più urbanizzata (“come la realizzazione di un sottopassaggio in via Roosevelt”), dalla salvaguardia della struttura ospedaliera (“il timore è che dopo la realizzazione della Casa della Salute, verrà ancor più depauperato”) al potenziamento dei parcheggi di servizi al centro eliminando però l’opzione, “scarsamente condivisibile” di Piazzale della Meridiana,  a un rafforzamento della sicurezza. “Da tre anni a questa parte siamo coerenti e non cediamo a provocazioni o schermaglie. Non siamo un governo ombra, la nostra pagina non è nata per distruggere, bensì per favorire una riflessione pacata e ragionata. Chi condivide tale atteggiamento mentale è il benvenuto”.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie