Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Come risolvere piccole problematiche transitorie con prodotti fitoterapici
Farmacista | 05 Settembre 2017

Tra le patologie curate dai farmaci da banco, ve ne sono alcune che si possono trattare anche con le piante. Problemi osteoarticolari e muscolari vengono curati con i fans - farmaci antinfiammatori non steroidei - e derivati ma per traumi sportivi, forme reumatiche, dolori muscolari o articolari si possono associare pomate o compresse di arnica o arnica composta, ovvero associata ad altre piante a funzione analoga, come l’arpagophitum procumbens o artiglio del diavolo, o la spirea olmaria, antidolorifico e antinfiammatorio naturale contenente acido salicilico. Per l’apparato gastroenterico ci sono lassativi naturali: aloe ferox, cassia angustifolia, rhamnus frangola in caso di stipsi, che per dosaggi più elevati diventano farmaci da banco; gli antiacidi naturali vegetali sono rappresentati da melissa, angelica, iperico; come depurativi epatici il tarassaco e la fumaria. Per il sistema nervoso ci sono gli ansiolitici-ipnotici: passiflora, tiglio, biancospino, valeriana, melissa, escoltzia, utili anche come calmanti per il mal di viaggio, se non si vuole assumere l’antistaminico dimenidrinato, mentre per favorire il riposo notturno ci sono la valeriana e passiflora. Le piante medicinali diuretiche sono numerose, tra queste la parietaria officinalis, la muraiola e la gramigna per sciogliere i calcoli renali; la gramigna si adopera per le cistiti, ritenzioni urinarie negli edemi e per le infiammazioni delle vie urinarie. Lespedeza capitata e ortosiphon o tè di Giava, sono piante dall’azione diuretica sinergica. La pilosella è un diuretico declorurizzante che si utilizza nelle diete per dimagrire perché tende a metabolizzare anche i grassi. Per la dietetica sono richiesti integratori e rimedi fitoterapici per dimagrire tra cui gambo di ananas, fucus, pilosella e papaia fermentata. Per i bambini è utile la calendula nel cambio del pannolino e l’amido di avena per gli arrossamenti della cute; per la dermocosmetica è utile l’aloe come doposole, mentre per l’igiene della persona si impiegano lavande intime a base di malva, per i piedi da rilassare ci sono creme al meliloto, per preparare i muscoli all’attività sportiva c’è la crema riscaldante a base di capsico o piccole quantità di canfora e per le mani creme di calendula.


Altre notize della rubrica Farmacista
Tutte le notizie di questa rubrica

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie