Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Artinscena, tre appuntamenti a Carpi
Carpi | 28 Luglio 2017

In Piazzale Re Astolfo Omaggio a Maria Callas (6 agosto), David Riondino (19 agosto) e Vito (27 agosto).

La 5 edizione di Artinscena promossa dall’associazione “Laboratorio Musicale del Frignano” – con il contributo della Fondazione di Vignola e della Regione Emilia Romagna – prevede oltre 100 concerti che, fino al 1 ottobre, animeranno piazze, chiese, parchi, castelli ed emergenze architettoniche di numerosi comuni della provincia di Modena. La rassegna spazia tra numerosi generi artistici: dalla musica leggera al jazz e allo swing, all’operetta, alla musica classica fino a incursioni nel repertorio del tango e del flamenco, al teatro comico/cabaret, alla danza, alla letteratura, al cinema, alla poesia.  Il tutto per dare la giusta valorizzazione a diverse realtà musicali che vantano una ricca tradizione culturale, creando un vero e proprio itinerario artistico nella Provincia.

IL 6 AGOSTO in Piazzale Re Astolfo OMAGGIO A MARIA CALLAS Non occorre un abbonamento alla Scala per amare l'opera, è sufficiente una serata per riascoltare tutti i temi più amati del repertorio proposti dalla voce toccante e passionale del soprano Paola Sanguinetti. Basta una serata per immergersi totalmente nelle pagine immortali di Verdi, Puccini, Bizet.

Soprano lirico di Parma, la Sanguinetti  da quasi venti anni collabora attivamente con Andrea Bocelli esibendosi al suo fianco nei Tour in Europa, Nord America, America Latina, Emirati Arabi, Asia, Australia, Nuova Zelanda, Israele, oltre che in numerosi concerti in Italia, ottenendo ottime critiche e il consenso del pubblico. Ha preso parte anche al Tour dell'Orchestra di Venezia in Giappone con la quale si è esibita in diciotto concerti nei più prestigiosi auditorium nipponici.

 L'accompagnamento è affidato al Duo Sconcerto, ovvero Matteo Ferrari(flauto) e Andrea Candeli (chitarra), musicisti modenesi di grande esperienza, che ripropongono la pienezza e l'espressività del colore orchestrale attraverso le loro rivisitazioni arricchite dalla purezza di un approccio di tipo cameristico. Oltre ad accompagnare i brani cantati, il Duo si esibirà in alcuni movimenti tratti da celebri titoli arricchendo così il concerto di una varietà di linguaggi secondo una formula di alternanza tra musica vocale e strumentale ampiamente collaudata dagli artisti e che riscuote sempre grande successo tra il pubblico.

 

Sempre in Piazzale Re astolfo il 19 AGOSTO DAVID RIONDINO leggerà il DON CHISCIOTTE  Cavalli e cavalieri, dame e amori, saranno al centro delle svariate soluzioni narrative proposte da David Riondino, accompagnato dal DUO SCONCERTO formato  chitarra del maestro Andrea Candeli (chitarra) e Matteo Ferrari (flauto). Un appuntamento d’eccezione con il Festival Artinscena : il 19 agosto in Piazzale re Astolfo, David Riondino, grazie alla sua sottile capacità di passare dal comico al tragico, emozionerà e contemporaneamente farà divertire il pubblico leggendo Don Chisciotte.  Il tutto con la collaborazione del Duo Sconcerto, che accompagnerà David in questo viaggio suggestivo.

Una performance dedicata al celebre personaggio di Cervantes, la figura mitica di Don Chisciotte, cavaliere errante che si mette in viaggio, come gli eroi dei romanzi, per difendere i deboli e riparare i torti.
Don Chisciotte si spinge nelle più disparate avventure, perseguendo ideali di giustizia, verità e amore; vive in un suo mondo ideale di sogno, di illusioni, dal quale non si distacca; esprime il rapporto tra illusione e realtà, incarnando un disperato bisogno d’evasione: è proprio per evadere dalla realtà che il gentiluomo, ispirandosi agli antichi personaggi del mondo cavalleresco, decide di farsi cavaliere. Da quel momento nella sua fantasia tutto diventa esagerato e portato alla dimensione d’epopea cavalleresca: il semplice cappello di cartone diventa un elmo, un lungo ramo la lancia, il povero ronzino un indomito destriero in grado di competere con i cavalli della mitologia, la donna rozza la dama del cuore alla quale dedicare le imprese eroiche, e il semplice contadino assume la dignità di fedele servitore.
Queste le corde sulle quali l’istrionico Riondino rileggerà in chiave contemporanea uno dei personaggi della letteratura cavalleresca più conosciuti e amati dal vasto pubblico.



Ha spopolato in programmi tv comici come “Drive In”, “Bulldozer” e “Freschi di tintoria”. Ha partecipato a film come “Radiofreccia”, “Le barzellette”, “Lezioni di cioccolato” e “Bar Sport”. Dal 2011 è il prof. Broccoletti nella serie tv Rai Fuoriclasse. Ha calcato diversi palcoscenici insieme a Claudia Penoni e dal 2013 conduce insieme ai suoi genitori il programma di cucina “Vito con i suoi” per il canale satellitare Sky Gambero Rosso. 
Il 27 agosto in Piazzale Re Astolfo Vito, al tempo Stefano Bicocchi, presenterà insieme al Duo Sconcerto “Storie della Bassa”. Un monologo che porta in scena un mondo a noi particolarmente vicino, quello appunto della Bassa, il mondo della sua infanzia, le radici della sua maschera emiliana.  I protagonisti sono donne e uomini padani, personaggi zavattiniani legati alla terra e al buon cibo e quindi all’amore, simboli di quell’identità che parte da Bertoldo, passa per Zavattini e arriva fino a Fellini, quello di Amarcord. Ogni personaggio parla in prima persona, esprimendosi in una sorta di monologo che porta in luce frammenti autobiografici, evocando quadri di vita vicini e lontani nel tempo. Talvolta le ricette, ritrovate nei ricettari domestici, tramandati di generazione in generazione, vergati a mano come le pagine di un diario, sono rappresentate sul palcoscenico, come formule di un sentimento. 

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie