Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
“Il nostro obiettivo ora è incrementare le donazioni”
Carpi | 21 Luglio 2017

Donare sangue è sempre una buona idea, soprattutto in estate. Ricordati di donare. E’ questo lo slogan della nuova campagna di comunicazione estiva di Regione Emilia Romagna, Avis e Fidas, rivolta ai donatori di sangue affinché facciano una donazione prima o dopo le vacanze. D’estate, infatti, il bisogno aumenta, “anche in forza del forte flusso di turisti presenti sul territorio, in particolare sull’Appennino e in Riviera, e per i frequenti eventi di forte richiamo e aggregazione, come festival e concerti, a partire dal mega evento di Vasco”, spiega il presidente di Avis Carpi, Fabio Marani.
Per far fronte “all’ondata di piena” dei turisti occorre quindi che tutti facciano la propria parte: “è grazie a nostri donatori e ai volontari di Avis e Fidas che il sistema sangue della nostra Regione è solido e conferma ogni anno la propria autosufficienza - ha sottolineato l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi - ma il sangue è un bene prezioso, di cui c’è sempre bisogno, pertanto dobbiamo mantenere alta l’attenzione”.  Un messaggio, questo, pienamente condiviso anche da Marani: “capisco che donare e poi magari partire per il mare è pesante, soprattutto a fronte delle temperature canicolari di queste settimane ma con un poco di organizzazione ci si può prenotare al nostro centro prelievi a seconda delle proprie esigenze”.
Il mese di giugno si è chiuso in linea con gli altri mesi, attestandosi “sulle 500 unità”, spiega Fabio Marani, il cui obiettivo è ora quello di accrescere ancora “il numero di nuovi donatori e donazioni. In città ogni anno registriamo 5.500 - 5.600 unità raccolte, con una media procapite di circa 1,7.
Nei prossimi quattro anni vorremmo riuscire a superare la soglia delle due donazioni ciascuno il che consentirebbe di raggiungere una certa stabilità e contribuire così al fabbisogno dell’Emilia Romagna. Ricordiamo infatti che grazie allo sforzo di tutti, il sistema sangue regionale non solo è autosufficiente ma riesce anche a fornire unità di sangue alle regioni che più ne hanno bisogno”.
Marani, al suo secondo mandato, è determinato: “nei quattro anni appena trascorsi ci siamo dedicati alla nuova sede di via Nuova Ponente e al complesso tema dell’accreditamento, nei prossimi quattro, ci concentreremo sui numeri, per migliorare ulteriormente le nostre performance. Il 2018 rappresenterà per noi un traguardo importante: Avis Carpi compirà 65 anni e questo ci sprona a dare il massimo”.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie