Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Sacro Cuore, una scuola, due lingue
Carpi | 16 Giugno 2017

All’Istituto Sacro Cuore, l’inglese non è tanto una lingua da imparare o una materia da insegnare bensì un modo di comunicare. “L’esperienza del bilinguismo alla scuola primaria funziona e ha trovato il gradimento dei genitori” spiega il preside Claudio Cavazzuti. L’idea è quella di crescere acquisendo, oltre all’italiano, un’altra lingua, in questo caso l’inglese, attraverso la quale esprimersi e comunicare: oltre alle tre ore settimanali di inglese, gli alunni infatti affrontano altre tre ore di un’altra materia, Scienze e geografia, con l’insegnante madrelingua. “In pratica si tratta di imparare scienze e geografia in inglese – chiarisce Cavazzuti – e, se al docente della materia competono la programmazione e la valutazione, all’insegnante madrelingua è affidata la spiegazione alla classe attraverso la lezione, in inglese naturalmente. I ragazzi si sentono più coinvolti e si sono dimostrati interessati e partecipi. A questa età sono estremamente ricettivi e tutto riesce più facile”. A settembre verrà proposto, per il terzo anno consecutivo, il bilinguismo alle classi prime della scuola primaria con le insegnanti madrelingua di Language For Life di Gina Benson. L’idea è quella di estendere il bilinguismo, a partire dal prossimo anno scolastico, alla scuola media dove “non partiamo da zero – precisa il preside – perché già con l’introduzione del CLIL, l’apprendimento integrato di lingua e contenuto, i ragazzi affrontano in lingua inglese alcuni argomenti di materie diverse”.
L’opportunità di comunicare in lingua inglese sarà offerta anche alla scuola d’infanzia Sacro Cuore grazie all’appuntamento con l’insegnante madrelingua una volta alla settimana.
“L’idea è quella di coltivare una sensibilità linguistica a partire dalla scuola d’infanzia e fino alla secondaria di primo grado realizzando un’esperienza di bilinguismo in verticale, fortemente caratterizzante”.
Negli spazi di via Santa Chiara completamente rinnovati e di recente inaugurati alla presenza del vescovo, monsignor Francesco Cavina, non è stata trascurata la necessità di poter disporre di un’area verde: sul prato del campo da calcio adesso corrono i bambini per i quali è stato allestito anche un apposito spazio con giochi e scivoli. “La disponibilità di questa grande area verde consentirà di proporre attività, non solo di gioco, ma anche di esplorazione e apprendimento a contatto con la natura”.
L’Istituto Sacro Cuore si pone all’avanguardia anche a livello tecnologico perché “oltre a essere tutta cablata e ad avere Lim in ogni classe, la scuola disporrà dal prossimo anno scolastico di una stampante 3D, utile soprattutto agli alunni delle medie, per i collegamenti pratici con alcune materie come tecnologia e geometria dei solidi”.
Sara Gelli

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie