Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La scuola del futuro
Carpi | 09 Giugno 2017

Sabato 27 maggio si è svolta la tradizionale festa di fine anno della Scuola primaria Saltini, del Comprensivo Carpi Nord. Un appuntamento che ha fatto di robotica e tecnologia il proprio punto di forza. La tecnologia, come spiegano le maestre, è l’insieme delle discipline che mirano al saper fare, ovvero la capacità di concretizzare un’idea, dare forma all’immaginazione. Gli alunni hanno ideato giochi, storie, disegni e poi li hanno realizzati, sviluppando così le proprie capacità manuali, di ragionamento e di organizzazione.
I laboratori presentati dai bambini a entusiasti genitori e nonni, in occasione della festa della scuola, hanno rappresentato anche un momento di verifica delle attività svolte nelle classi durante l’anno scolastico. I piccoli hanno scoperto che il computer, il tablet, la webcam e i robot non sono intelligenti, bensì dei bravissimi esecutori di ordini: degli strumenti guidati dall’intelligenza di chi li utilizza. Per mesi i bambini hanno sperimentato, progettato, organizzato, discusso… si sono confrontati tra loro e hanno scelto gli strumenti giusti per raggiungere uno scopo preciso. Ogni classe ha utilizzato degli strumenti diversi e ha realizzato un prodotto unico.
I bimbi di prima hanno utilizzato i robot BeeBot per eseguire percorsi su tappeti a tema: di matematica,  geografia, inglese... I robot, a forma di ape, fatti interamente di plastica e molto resistenti, sono dotati di semplici comandi che si possono attivare premendo i tasti freccia “avanti”, “indietro”, “destra”, “sinistra”. Gli alunni di seconda, con i tablet, hanno realizzano delle storie animate, con personaggi che parlano e si spostano tra le varie scene. Quelli di terza hanno costruito dei giochi interattivi: dell’oca e del vero-falso, realizzati con pc e Makey Makey. I bambini di  4A hanno allestito, grazie ai Lego We Do, un angolo di savana, con animali assetati e un leone egoista che ruggisce e spaventa tutti.
Una storia davvero bellissima messa poi “in scena” con dei mattoncini Lego che offrono un legame tra il mondo virtuale (computer e programmazione) e quello fisico. I bimbi di 4B hanno invece condotto i partecipanti in un mondo di pixel, con e senza tablet.  Sotto  la loro guida, gli alunni di tutta la scuola hanno realizzato un megacartellone, dando così inizio alla festa.
Infine, gli studenti di quinta, hanno intrattenuto i genitori con i giochi interattivi a tema, da loro realizzati. Felici e orgogliosi i genitori, le insegnanti e soprattutto gli alunni, i quali hanno potuto mostrare nel corso di una giornata di festa il frutto del loro impegnativo, ma soddisfacente lavoro.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie