Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Per uno dei tre vandali del Meucci scatta il carcere
Carpi | 08 Giugno 2017

Lo scorso 21 aprile, nello sconcerto generale, tre minori - un senegalese e due di origini tunisine - avevano rubato e vandalizzato 5 autobus, per poi scagliarne due contro l’istituto Meucci di Carpi. “Lo abbiamo fatto per noia”, hanno poi dichiarato i tre (oggi ospitati in tre comunità diverse, a Imola, Bologna e Parma in attesa dell’avvio del processo minorile) agli inquirenti per giustificare la loro “bravata”. Ebbene per almeno uno dei tre, la noia - evidentemente - è un problema ricorrente… Il sedicenne tunisino sistemato, dallo scorso 26 aprile presso una comunità imolese è infatti recidivo: scappato tre volte dalla struttura, il giovane durante le sue scorribande si è macchiato di vari reati: dal danneggiamento aggravato continuano al tentato furto, dalla violenza privata a reati commessi in concorso con altre persone. Durante una delle sue evasioni (su cui hanno indagato i Carabinieri di Carpi) ha persino preso le chiavi di un pulmino in dotazione alla comunità per poi riconsegnarle spontaneamente il giorno dopo al suo rientro. Un comportamento inaccettabile che verrà ora punito col carcere: oggi, infatti, i Carabinieri di Carpi, a cui va il merito di aver identificato i tre giovanissimi dopo solo 24 ore dal reato commesso, hanno accompagnato il tunisino, scarsamente consapevole delle conseguenze dei suoi gesti e del tutto insofferente alle regole della comunità, al carcere minorile di Bologna.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie