Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
“Sugli autobus si schiatta di caldo”
Carpi | 07 Giugno 2017

Sono numerosi i cittadini che denunciano un caldo intollerabile sugli autobus Arianna di Carpi. “Si schiatta” o, ancora, “persino gli autisti rischiano di sentirsi male, la situazione è a dir poco insopportabile” a causa delle temperature canicolari sui mezzi. Fortunatamente il problema è in via di risoluzione, assicura Mario De Nittis di Saca. “Dopo i ben noti vandalismi, purtroppo, ci siamo ritrovati da un giorno all’altro privi di cinque mezzi. Per supplire a tale mancanza e non inficiare il servizio di trasporto pubblico urbano in città siamo riusciti a recuperare immediatamente altrettanti autobus: mezzi ormai datati che, pur facendo parte del parco a disposizione di due società di Bologna e Reggio Emilia, erano tenuti per le emergenze”. Saca ogni anno programma il ripristino dell’aria condizionata di tutti i mezzi ma, prosegue De Nittis, “di questi cinque autobus aggiuntivi in prestito non conosciamo lo storico manutentivo e il caldo scoppiato prematuramente ci ha colti di sorpresa. In questi giorni stiamo verificando con le altre due società come intervenire”. In realtà gli impianti dell’aria condizionata “funzionano, ma non a regime. Diciamo che lavorano al 50-60% delle loro potenzialità”. Per gli utenti del trasporto pubblico però sono in arrivo buone notizie: dall’8 giugno, infatti, con la chiusura delle scuole, il servizio si ridurrà del 50% e in città circoleranno soltanto 4 mezzi,  “di cui tre appartenenti alla flotta originale i cui impianti di aria condizionata sono perfettamente funzionanti” ma, assicura De Nittis provvederemo “in questi giorni a sistemare anche quello del quarto”, per limitare così i disagi denunciati dalla cittadinanza.  Sui mezzi vandalizzati, invece, Seta, in attesa che la perizia assicurativa si concluda stabilendo l’entità dei danni, ha ancora le mani legate, malgrado abbia espresso la volontà di risistemarli: “hanno solo cinque anni di vita, vale sicuramente la pena aggiustarli”.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie