Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Novità per l’ex Valenti
Carpi | 01 Giugno 2017

Un gioiello cittadino sta letteralmente cadendo a pezzi. Il tetto è già crollato e, se nessuno vi metterà mano, l’incuria e il trascorrere del tempo gli assesteranno il colpo di grazia.  Eretto nel 1503 da Leonello Pio, su progetto di Biagio Rossetti, del suo antico splendore, Palazzo Caleffi non conserva più alcuna traccia. Tristemente chiuso dagli Anni Ottanta, lo stabile, duramente provato dal sisma del 2012, versa in condizioni a dir poco pietose. Pericolante e malfermo, il vecchio edificio è ancora transennato e i residenti sono ormai esasperati. Le transenne, infatti, ingombrano a tal punto la strada da obbligare le auto in transito a salire su un tratto del marciapiede opposto, rendendo così estremamente pericoloso il passaggio dei pedoni e mettendo a rischio l’incolumità di coloro che escono dai portoni affacciati sulla strada. La soluzione, adottata per evitare che eventuali distacchi del palazzo, conosciuto come ex Valenti, cadano sulla strada compromettendo la sicurezza di coloro che percorrono la via, non può essere certo permanente. Via Matteotti, tra le strade più antiche del cuore cittadino, merita di più. Ora però, finalmente, giunge una buona notizia: “la pratica relativa al recupero del fabbricato è stata regolarmente inviata alla Regione. L’iter per la richiesta di accesso ai contributi previsti dalla Regione dopo il sisma è stata avviata”, assicurano dal Comune di Carpi. La notizia è positiva ma, prima di veder metter mano al Palazzo, occorre attendere i tempi della burocrazia.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie