Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
San Nicolò: la Soprintendenza ha detto sì
Carpi | 01 Giugno 2017

Il progetto preliminare di recupero del Tempio di San Nicolò, fortemente lesionato dal sisma del 2012, ha finalmente ottenuto il parere positivo della Soprintendenza. Inoltrata il 15 febbraio scorso, la relazione firmata dal dirigente Giovanni Gnoli, prevede il consolidamento non solo delle strutture interne, ma anche delle superfici decorate e del portico, compresa la soprastante porzione di scuola. La spesa prevista per i lavori ammonta a 2,8 milioni di euro, di cui 1,3 finanziati dalla Regione e 1,5 dal Comune, utilizzando il rimborso assicurativo. A questi si aggiungono poi i 625mila euro previsti per la sistemazione del convento adiacente alla Chiesa, i cui lavori prenderanno il via entro l’estate di quest’anno. Riguardo ai tempi di approvazione del progetto da parte degli enti preposti, la Giunta auspica tempi brevi, per poter così, qualora non venissero chieste ulteriori integrazioni, procedere prontamente con l’iter necessario per l’assegnazione dei lavori tramite un bando a procedura aperta (con il metodo dell’offerta economicamente più vantaggiosa). I lavori avranno una durata di almeno 16 mesi ma è ipotizzabile una riapertura parziale del tempio dopo le prime fasi dell’intervento strutturale.
La Soprintendenza ha licenziato positivamente anche la pratica relativa al recupero del Torrione degli Spagnoli. Il nostro centro rivivrà completamente: superati tutti i lacci e laccioli burocratici, ora è solo questione di tempo.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie