Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Casa Fasulo apre le sue porte tra cibo, gioco e natura
Carpi | 18 Maggio 2017

“Il mio desiderio più grande è quello di condividere con altri la bellezza della campagna nella quale è immersa la mia azienda agricola. Far scoprire il paesaggio, far assaporare la gioia di addentrarsi in un vero e proprio boschetto di essenze autoctone, dare la possibilità ad amici e famiglie di godere della pace che si respira sulle rive del mio laghetto”. A parlare è Angelo Fasulo che, nella sua impresa Val Tresinaro, in via Pecorelle, 2 a Migliarina, ha cercato di creare una piccola oasi dove la natura è protagonista. “Da sempre ho cercato di tutelare l’ambiente e di valorizzarlo al meglio, piantando alberi tipici del nostro territorio come frassini, aceri, querce… e rispettando la terra”. Una passione, quella di Angelo, che viene da lontano: “sin da piccolo sono stato profondamente affascinato dal mondo contadino, dalle sue tradizioni. Una cultura che mi ha letteralmente catturato, inducendomi a creare un’azienda tutta mia”. Il suo amore per l’ambiente, ha spinto Angelo Fasulo a scommettere, oltre vent’anni fa, sul biologico: “sono convinto che la terra debba essere rispettata. Lei ci dona i suoi frutti e noi abbiano l’obbligo di restituirla integra ai nostri figli”.  Quella di Angelo è un’azienda a conduzione famigliare (accanto a lui ci sono le figlie, Veronica, Francesca e Federica e la moglie Elisabetta) che offre scorci di inaspettata bellezza: “lavorare in campagna, giorno dopo giorno, è faticoso. Dietro a ogni buon bicchiere di vino ci sono sacrifici e sudore. Per questo ho voluto circondarmi di cose belle. La natura offre continue e straordinarie sorprese, tutte da gustare. Emozioni che io amo condividere. La mia è un’azienda aperta a chiunque desideri lasciarsi conquistare dal fascino del mondo agricolo e dalle sue suggestioni”. I vigneti della Val Tresinaro si estendono su otto ettari: “i miei sono vitigni di Lambrusco Salamino di Santa Croce, il mio vino preferito, quello che non manca mai sulla mia tavola”, sorride Angelo. Vino biologico che nasce grazie alla cura e all’amore di questo imprenditore agricolo: “ogni dettaglio è importante. Io poto a mano, per assicurare la massima qualità dei futuri grappoli, affinché non siano troppo fitti e possano così crescere e maturare godendo della stessa quantità di acqua e luce. Dalle mie uve, conferite nella Cantina di San Marino, nascono due vini: il Fratello Sole, secco e deciso, e il Lambrusco di Modena Righi semisecco, più abboccato”. Il lambrusco di casa Fasulo, di un deciso color rubino, dai profumi floreali e dal gusto pieno e armonioso, potrà essere assaporato domenica 21 maggio, in occasione di Fattorie Aperte: “ho deciso di aderire a questa bella iniziativa promossa dalla Regione Emilia Romagna affinché chi lo desidera possa venire qui, a Migliarina, e passare una giornata in mezzo alla natura, alla scoperta della mia azienda”. A partire dalle 10, la famiglia Fasulo accoglierà grandi e piccini per mostrare loro il vigneto, spiegando le tecniche di viticoltura e produzione biologica. Saranno poi esposte antiche attrezzature per la vinificazione, sarà possibile ammirare le tre batterie di aceto balsamico tradizionale di Modena che riposano a Val Tresinaro, gustare un piccolo buffet e godere della reciproca compagnia. Un modo semplice e genuino per assaporare la vera essenza dell’emilianità. I più piccini poi, oltre a correre e rotolarsi sull’erba, annusando il profumo dei fiori, potranno anche ammirare pulcini e pavoni. “Divertire i bambini è la mia specialità”, assicura Angelo, loro rappresentano il futuro di tutti noi e la terra è nelle loro mani.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie