Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Un crocevia di storie
Carpi | 18 Maggio 2017

Allegra. Un mare di aspettative in un solo nome. E’ lei la protagonista del nuovo romanzo della carpigiana Elisa Cattini: Vite a gettoni (Errekappa Edizioni). Un libro che scorre via veloce, pagina dopo pagina, grazie a una scrittura frizzante, piacevole. Piena di poesia. Una storia che conquista, quella di Allegra, una giovane donna che si affaccia alla vita. A incantare chi legge è la sua iniziale timidezza strabica, i suoi incontri, la sua gentilezza fuori dal tempo. Sullo sfondo di Bologna, (Amare Bologna fu subito semplice… somigliava a una donna dalle forme generose che della vita si è presa tutto quello che poteva, finché la bellezza era stata dalla sua parte) Allegra, coi suoi vent’anni, trascorre le giornate, tra l’Università e Bianche bolle, una lavanderia a gettoni: Il mio rifugio, il mio limbo, la mia paura, il mio purgatorio. 42 minuti, giusto il tempo di un lavaggio: un angolo di pace, una sorta di digestivo in mezzo al caos, alla frenesia. Al rumore di una città ancora sconosciuta, diversa dalla provincia dalla quale Allegra proviene. Ma Bologna è una città generosa, densa di storie da donare a questa studentessa di Lettere dal cuore grande e sempre pronta ad ascoltare il mondo. E così, la vita alla moviola cui è sempre stata abituata Allegra, si fa vivace. Popolata di personaggi, alcuni soltanto sfiorati. Un vero e proprio crocevia di esistenze. Ci sono Irina, la barista del Cafè Montmartre che regala cuori sui caffè (Le persone buone si nascondono spesso dietro ad abiti anonimi e piccoli gesti) e Josette, col suo smalto rosso e un dramma celato nel fondo dei suoi passi. E tra un lavaggio delicato e uno intensivo, Allegra incontra Marilena (sotto gli abiti, un cuore rosso acceso) una donna in attesa. Logorata da un dolore: l’impossibilità di avere un figlio. Ed è sempre tra gli oblò di quella lavanderia, spazio magico e sospeso, che Allegra incrocia la storia di Andres (un ragazzo capace di trattenere il respiro per anni): parole, quelle pronunciate dal giovane indiano, che commuovono. Fatte di perdita, amore… Come si vince la lontananza? Come si sopravvive alla solitudine? Bastano un smartphone e un caffè, bevuto ogni giorno insieme alla donna che si ama e vive dall’altra parte del mondo. E poi c’è lui: Tommaso. Trent’anni suonati, una centrifuga da 800 giri.
Un uomo nato per sorridere. Ed è grazie a lui che nella vita di Allegra fa capolino l’amore: un amore grande, assoluto (Potremmo non prometterci niente. Potremmo amarci a piccoli passi… potremmo amarci col disordine che conosciamo, tenendo le mani libere per seguire i nostri contorni). Totalizzante, come ogni primo amore (Nulla fu altrove per le ore che seguirono. Dal primo tocco, nulla oltre noi). Un rapporto difficile il loro, fatto di prolungate assenze, di silenzi. Di vuoti. Spazi che Allegra riempie ascoltando le vite degli altri, come quella straordinaria dell’attrice 77enne Anna e del suo amore perduto. Un respiro, il suo, non pulito per le troppe sigarette. Ed è proprio la voce di Anna - che non si separa mai da un cappotto da uomo e un portasigarette - che, rievocando la sua vita, aiuta Allegra a crescere. A comprendere. A diventare donna: il dono più grande.
La casa editrice Errekappa, in occasione della Festa del Racconto, offre in anteprima la lettura di qualche stralcio del romanzo di Elisa. L’appuntamento è mercoledì 24 maggio, alle 18.30, presso il Cookies, per un aperitivo dal sapore letterario, sulle note del chitarrista Mattia Morselli. A leggere e interpretare le pagine di Vite a gettoni, sarà l’attrice Sara Gozzi. Elisa Cattini e il suo libro saranno anche al Salone internazionale del Libro di Torino il 18, 19, 20 e 21 maggio, allo stand di Errekappa Edizioni.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie