Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La vita in un click
Carpi | 17 Maggio 2017

Inaugurano sabato 20 maggio, alle 17, presso l’Auditorium San Rocco, le due mostre del  Gruppo Fotografico Grandangolo BFI FotoCarpi16FotoCarpi17, la consueta restituzione del progetto annuale dell’associazione che ha seguito il filo rosso del tema Capolinea e I nostri primi 40 anni, mostra documentaria che, ripercorrendo le quattro decadi di esistenza dell’associazione nata nel 1977, offre uno spaccato della vita e dei mutamenti avvenuti nella comunità cittadina. In occasione dell’evento, il pubblico potrà partecipare alle degustazioni di Onav - Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino. Con Capolinea si intende, in generale, la fine di un viaggio, l’approdo, l’arrivo, una conclusione che potrebbe essere anche l’occasione per un nuovo avvio: il viaggio fotografico dei 27 autori  è iniziato con lo studio dei progetti dei fotografi Andrea Taschin, Filippo Venturi e Giancarla Lorenzini che hanno aiutato il gruppo ad ampliare il proprio sguardo. Tanti i progetti che mostreranno ai visitatori dei capolinea molto differenti tra loro, percorsi intimi, personali, sguardi critici e ironici, cogliendo appieno il ruolo principe della fotografia: far riflettere e incuriosire. Ecco i progetti e gli autori che esporranno: 10 sigarette al giorno di Danilo Baraldi, Percorsi di vita di Maurizio Bergianti, Inciampi di Elena Italiani, Deciditi, adesso! di Roberta Lanza, Tutto questo non finisce di Massimo Plessi, Last Minute di Valter Turchi, Mother di Claudia Cavazzuti, Un altro giro di giostra di Claudio Montali, LineaAcapo di Erica Sacchetti, Apocalisse di Lisa Barbieri, Dissolvenza di Giorgio Ferriani, Game over di Fabio Bertani, Il capolinea… può attendere di Sara Morselli, Tutta colpa della mela di Mario Orlandi, Just breathe di Valeria Cremaschi, Deindron di Stefania Lasagni, Non rifiutarmi di Maurizio Ligabue, Her, lei, di Manuela Marchetti, Linea 5 sensi di Luciana Poltronieri, Trasformazione di Nataliya Ratushna, Femminilità inversa di Patrizia Zaini, Sospesi di Stefania Luppi, Cara Italia Mia di Pietro Sorano, Capolinea di Marco Vicenzi, Absens di Katty Nucera, Scilla di Anita Maria Rampon, We are coming di Emiliano Giubertoni. Per quanto riguarda, invece, I nostri primi 40 anni, la mostra sarà suddivisa in quattro decenni, ognuno dei quali caratterizzato da un titolo. GLI INIZI 1977-1987 racconterà il decennio iniziale di attività, caratterizzato dai primi approcci alla didattica della fotografia con la proposta di corsi e proiezioni di immagini, alla nascita dei concorsi nazionali e della grande mostra sul Ciclismo Carpigiano del 1981; in NUOVI ORIZZONTI 1987-1997,  il Grandangolo si apre verso una dimensione più ampia della cultura fotografica, confrontandosi con la realtà europea; con METTERSI IN MOSTRA 1997-2007, il fotoclub si confronta col mondo delle esposizioni. Nel 1998 nasce Io Foto Positivo e nel 2007 FotoCarpi; infine SPERIMENTAZIONI 2007-2017, l’ultimo decennio immortalato, ha visto la nascita e lo sviluppo di nuove possibilità, dalle collaborazioni con curatori quali Luca Panaro alla creazione di percorsi legati all’opera di grandi autori fino alle più recenti proposte di Workshop e mostre nonché gemellaggi con importanti Fotoclub.


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie