Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
La mia passione più grande? La meccanica
Carpi | 10 Maggio 2017

Ha diciannove anni Daniele e una grande passione che lo anima: la meccanica. Lo studente di 5B Meccanica dell’Istituto tecnico Leonardo da Vinci, Daniele Timò, sta per realizzare un sogno: volare oltremanica e lavorare, dal 15 al 19 maggio, accanto agli ingegneri della Divisione Formula Uno della Mercedes, a Brackley, in Inghilterra. “Non vedo l’ora di partire - sorride Daniele - e di scoprire cosa mi riserverà questa esperienza. Incuriosito ho domandato quali mansioni avrò ma, per motivi di riservatezza, considerando l’altissima competitività della Formula Uno, mi è stato detto soltanto che verrò inserito nel Reparto Test and Development. L’idea di contribuire a testare e sviluppare pezzi per le gare future del team della Mercedes mi elettrizza”. Dopo due viaggi di studio in California e in Australia, questa sarà la prima esperienza lavorativa all’estero: “l’idea di poter coniugare il mio amore per l’inglese a quello per la meccanica è davvero un sogno che si realizza. Un binomio a dir poco perfetto. L’inglese è una lingua che mi piace moltissimo e poterla praticare utilizzando una terminologia tecnica,  parlando di veicoli, studi di progettazione, meccanica… rappresenta una sfida che non vedo l’ora di iniziare”.
Daniele Timò, ha già le idee chiare sul suo futuro: “dopo il diploma, vorrei assolutamente continuare a studiare e l’indirizzo maggiormente nelle mie corde è ovviamente Ingegneria Meccanica”. Daniele è entusiasta del suo percorso formativo ed è particolarmente affezionato alle mura del Vinci: “è stato certamente la scelta giusta per me. Questo istituto ti consente di mettere in pratica ciò che studi e ti offre numerose attività pomeridiane interessanti e progetti all’estero, come Erasmus Plus ad esempio. E’ una scuola che ti stimola a dare il massimo nello studio per beneficiare poi di innumerevoli possibilità… io grazie all’Itis andrò in Mercedes: da non crederci”, scherza lo studente che, in qualità di Team manager del Team Zero C del Vinci, prolungherà la sua permanenza su suolo inglese per partecipare anche alla Shell Eco Marathon, dove il mezzo ibrido Escorpio, vero e proprio marchio di fabbrica dell’istituto cittadino, cercherà di sgominare l’agguerrita concorrenza presente.  Stimato dai suoi insegnanti, Daniele è il portacolori ideale del Leonardo da Vinci: “Daniele ha una media altissima, vanta solo 9 e 10 in tutte le materie. Parla fluentemente l’inglese, è brillante e affidabile. Quando un amico ingegnere che lavora in Mercedes ci ha parlato della possibilità di far compiere uno stage a Brackley a uno studente, abbiamo immediatamente pensato a lui. Un’opportunità, quella di lavorare in una società tanto blasonata e ai massimi vertici dell’automobilismo mondiale, che ci sembrava il giusto premio per un ragazzo meritevole, il cui percorso scolastico è sempre stato esemplare. Siamo davvero orgogliosi di lui e certi che farà un’ottima figura”, spiegano i docenti di Meccanica, Giuseppe Di Bianco e Bruno Pisani.
Jessica Bianchi


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie