Meteo Carpi
Il Tempo in versione PDF

Un vuoto esistenziale che fa paura
Carpi | 05 Maggio 2017

”Provo un brivido al pensiero della decisione che hanno preso, dei rischi che hanno corso, di fare seriamente del male a se stessi e ad altri, del loro bisogno di dimostrare che esistono e della loro rabbia”. A parlare è la docente dell’Istituto Meucci, Alessandra Gasparini, dopo lo sconcertante atto vandalico perpetrato la scorsa settimana da tre studenti (due del Meucci e uno del Vallauri). Un episodio che ha letteralmente sconvolto l’intera comunità. “Molti docenti - spiega - si stanno ponendo numerosi interrogativi, non tanto sul fatto di non aver seguito abbastanza questi ragazzi, poiché la nostra scuola è ricca di iniziative e progetti che ci portano a fare esperienze vive insieme ai nostri studenti, quanto sul modello sociale che anche noi adulti abbiamo contribuito a creare. Ogni giorno si sforziamo di far sentire questi ragazzi ideatori e costruttori di qualcosa di bello. Li coinvolgiamo affinché si sentano protagonisti. E’ una sofferenza sentir serpeggiare nell’aria commenti negativi sul Vallauri e il Meucci, scuole che amo poiché vi ho trascorso gran parte della mia passata e attuale vita professionale. Istituti nei quali si lavora per e con i ragazzi”. Quanto accaduto obbliga in qualche modo anche gli insegnanti a ripensare il proprio ruolo: “i ragazzi hanno bisogno di fare esperienze insieme a noi adulti, poiché siamo noi a trasmettere loro il senso della responsabilità, del rispetto, della fiducia. Siamo noi che possiamo donare loro orizzonti di senso affinché credano di poter costruire qualcosa di positivo”.
In una realtà in cui a dominare sono soltanto passioni tristi, i più giovani hanno più che mai bisogno di buoni maestri capaci di colmare, seppure in parte, un preoccupante vuoto esistenziale, soprattutto laddove la famiglia latita. “Insieme ai miei studenti stiamo riflettendo sul fatto che in situazioni di grave difficoltà, non tutti hanno la stessa forza d’animo, non tutti sviluppano una propensione a vedere il lato pieno del bicchiere. Il carattere incide sulle nostre azioni, contribuendo a orientarci verso la costruzione piuttosto che la distruzione. A un certo punto occorre fare una scelta”.
Nella società odierna sono numerose le famiglie problematiche, “ci sono genitori separati e non solo che non si prendono cura dei propri figli. Ragazzi completamente abbandonati a loro stessi che decidono di accontentarsi delle cose più mediocri e che per colmare il vuoto che hanno dentro e provare un’emozione, sentono la necessità di picchiare qualcuno, di fotografarlo o riprenderlo, per poi postarlo in Rete”. Tanto dura quanto amara l’analisi che Alessandra Gasparini compie del nostro tempo dominato dai social: “questa generazione è cresciuta su Facebook. Tutto viene vissuto attraverso i social: le liti, le discussioni, i dibattiti… tutto si consuma on line. Non vi è spazio per un confronto concreto e la visione surreale della vita porta poi i giovani a confondere la realtà con la sua riproduzione virtuale. Alcuni ragazzi vivono i loro pomeriggi - per non dire le intere giornate, dal momento che molti maturano prolungate assenze da scuola - davanti al computer. Si lasciano e si riappacificano on line, sparlano dell’amico o dell’amica in Rete. Danno in pasto ai social la vita privata di chi hanno intorno, a volte con conseguenze catastrofiche. I miei studenti mi parlano di gruppi di ragazzini di varie etnie che vanno in giro per Carpi a fare i bulli, danneggiando aiuole, deridendo le donne che incontrano, scattando foto imbarazzanti per poi ricattare i soggetti ritratti… Ciò che è accaduto la scorsa settimana ci riempie di tristezza (e io mi sento vicina al dolore delle tre famiglie) e ci obbliga a metterci in discussione ma siamo anche profondamente indignati per un modello di società che noi adulti abbiamo contribuito a costruire: non dovremmo riunire i ragazzi, parlare con loro, scambiare riflessioni, leggere e commentare testi inerenti al vuoto interiore che la nostra società teoricamente condanna ma di fatto promuove, mercificando tutto, spingendo all’arrivismo, mostrando un quotidiano esempio di corruzione dei costumi, favorendo attraverso i media l’esaltazione di modelli comportamentali completamente privi di valori profondi, di ideali per cui valga la pena vivere? Chi non aderisce è fuori dal gioco, chi non si fa notare nel bene, ma più spesso nel male, non ha diritto di esistere. Non esiste proprio. Vogliamo far capire ai ragazzi che incontriamo quotidianamente e tramite loro agli altri che esistono comunque e che sono importanti, anche quando non ce la fanno a ottenere buoni risultati scolastici, perchè dentro di loro ci sono tante potenzialità inespresse? Questi ragazzi hanno di fronte a sé infinite possibilità di fare cose belle, anche se vivono situazioni difficili. Dobbiamo ricordarglielo. Ogni giorno”.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie
Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie

Borsa
Più lette del mese
La Festa della Aratura non si farà più
2017-09-06

“Sono costretto a comunicarvi questa notizia ma, credetemi, lo f...

Scontro tra una moto e un'auto in via Aldo Moro: grave il motociclista
2017-09-17

Intorno alle 11.50 di questa mattina tra le vie Aldo Moro Aldo Moro e Alghisi si &egrav...

Salta la Maratona d’Italia
2017-09-11

La Circolare Gabrielli fa la sua seconda vittima: dopo la Festa dell’Aratura a saltare in a...

Non ci hanno nemmeno avvisati!
2017-09-01

Chi ha autorizzato la manifestazione promossa da Forza Nuova per stasera, 1° settembre, in Pi...

Posti di blocco a Fossoli e Novi: impegnate 14 pattuglie dei Carabinieri
2017-09-07

Due i posti di blocco organizzati ieri sera a Fossoli e Novi dalla Compagnia dei Carabinieri di C...

Un sovrappasso in Tangenziale
2017-09-05

Entro tre anni a Carpi sorgerà un cavalcavia ciclopedonale che consentirà di attrav...

Crispy Chicken: un nuovo fast food in centro a Carpi
2017-09-18

Crispy Chicken non è un franchising, bensì un marchio originale cr...

“Grazie ai 14.102 cittadini che hanno votato oggi il punto lo segniamo noi”
2017-09-11

“14.102 voti per il sì sono tanti (98%dei votanti). Considerate le condizioni in cui...

Viale Carducci a pagamento: storia di una morte annunciata
2017-09-19

Il nuovo Piano Aria Integrato Regionale prevede 94 misure per il risanamento della quali...

I Carabinieri sedano una lite in centro storico
2017-09-14

Intorno alle 23,30 di ieri sera i Carabinieri di Carpi sono stati allertati da alcuni passanti pr...

Un caso sospetto di Chikungunya a Carpi
2017-09-16

L’Azienda USL di Modena ha riscontrato nella giornata di ieri un caso sospetto di febbre da...

Carpigiana 35enne denunciata dai Carabinieri per truffa: si finge medico ed estorce oltre 5mila euro
2017-09-12

Si finge un medico del Policlinico di Modena, irretisce un ignaro giovane presso la Biblioteca di...

Piazzale Ramazzini: cambia la viabilità
2017-09-18

Allo scopo di favorire la sicurezza di chi lo percorre l’amministrazione comunale di Carpi,...

Sinti, il Comune creerà due microaree entro il prossimo agosto
2017-09-14

La Regione Emilia Romagna ha stanziato 1 milione di euro per i Comuni quale ince...

Il bistrot che mancava!
2017-09-20

Una piccola oasi dove il buonumore è di casa. Al Cafè and Bistrot Diferente...

Il grande cuore di Carpi
2017-09-20

Oggi Depi avrebbe vent’anni. Giovane promessa della ginnastica artistica, ...

Notte bianca a Carpi: 24 i lavoratori irregolari scovati dalla Finanza
2017-09-19

Prosegue l’impegno della Guardia di Finanza di Modena a contrasto di tutte le forme di lavo...

Furto in via Marchiona
2017-09-04

Hanno smurato l’inferriata della finestra sul retro per entrare in casa e rubare mentre i p...

Tentata rapina alla Farmacia veterinaria di via Ugo da Carpi
2017-09-06

Tentata rapina ieri sera intorno alle 19 alla Farmacia veterinaria di via Ugo da Carpi, 30 a Carp...

In Piazzetta arriva Dentix
2017-09-07

Nei locali a piano terra del Palazzo che ospitava Ina Assitalia, in Piazza Garibaldi, approder&ag...