Meteo Carpi
Il Tempo in versione PDF

Un vuoto esistenziale che fa paura
Carpi | 05 Maggio 2017

”Provo un brivido al pensiero della decisione che hanno preso, dei rischi che hanno corso, di fare seriamente del male a se stessi e ad altri, del loro bisogno di dimostrare che esistono e della loro rabbia”. A parlare è la docente dell’Istituto Meucci, Alessandra Gasparini, dopo lo sconcertante atto vandalico perpetrato la scorsa settimana da tre studenti (due del Meucci e uno del Vallauri). Un episodio che ha letteralmente sconvolto l’intera comunità. “Molti docenti - spiega - si stanno ponendo numerosi interrogativi, non tanto sul fatto di non aver seguito abbastanza questi ragazzi, poiché la nostra scuola è ricca di iniziative e progetti che ci portano a fare esperienze vive insieme ai nostri studenti, quanto sul modello sociale che anche noi adulti abbiamo contribuito a creare. Ogni giorno si sforziamo di far sentire questi ragazzi ideatori e costruttori di qualcosa di bello. Li coinvolgiamo affinché si sentano protagonisti. E’ una sofferenza sentir serpeggiare nell’aria commenti negativi sul Vallauri e il Meucci, scuole che amo poiché vi ho trascorso gran parte della mia passata e attuale vita professionale. Istituti nei quali si lavora per e con i ragazzi”. Quanto accaduto obbliga in qualche modo anche gli insegnanti a ripensare il proprio ruolo: “i ragazzi hanno bisogno di fare esperienze insieme a noi adulti, poiché siamo noi a trasmettere loro il senso della responsabilità, del rispetto, della fiducia. Siamo noi che possiamo donare loro orizzonti di senso affinché credano di poter costruire qualcosa di positivo”.
In una realtà in cui a dominare sono soltanto passioni tristi, i più giovani hanno più che mai bisogno di buoni maestri capaci di colmare, seppure in parte, un preoccupante vuoto esistenziale, soprattutto laddove la famiglia latita. “Insieme ai miei studenti stiamo riflettendo sul fatto che in situazioni di grave difficoltà, non tutti hanno la stessa forza d’animo, non tutti sviluppano una propensione a vedere il lato pieno del bicchiere. Il carattere incide sulle nostre azioni, contribuendo a orientarci verso la costruzione piuttosto che la distruzione. A un certo punto occorre fare una scelta”.
Nella società odierna sono numerose le famiglie problematiche, “ci sono genitori separati e non solo che non si prendono cura dei propri figli. Ragazzi completamente abbandonati a loro stessi che decidono di accontentarsi delle cose più mediocri e che per colmare il vuoto che hanno dentro e provare un’emozione, sentono la necessità di picchiare qualcuno, di fotografarlo o riprenderlo, per poi postarlo in Rete”. Tanto dura quanto amara l’analisi che Alessandra Gasparini compie del nostro tempo dominato dai social: “questa generazione è cresciuta su Facebook. Tutto viene vissuto attraverso i social: le liti, le discussioni, i dibattiti… tutto si consuma on line. Non vi è spazio per un confronto concreto e la visione surreale della vita porta poi i giovani a confondere la realtà con la sua riproduzione virtuale. Alcuni ragazzi vivono i loro pomeriggi - per non dire le intere giornate, dal momento che molti maturano prolungate assenze da scuola - davanti al computer. Si lasciano e si riappacificano on line, sparlano dell’amico o dell’amica in Rete. Danno in pasto ai social la vita privata di chi hanno intorno, a volte con conseguenze catastrofiche. I miei studenti mi parlano di gruppi di ragazzini di varie etnie che vanno in giro per Carpi a fare i bulli, danneggiando aiuole, deridendo le donne che incontrano, scattando foto imbarazzanti per poi ricattare i soggetti ritratti… Ciò che è accaduto la scorsa settimana ci riempie di tristezza (e io mi sento vicina al dolore delle tre famiglie) e ci obbliga a metterci in discussione ma siamo anche profondamente indignati per un modello di società che noi adulti abbiamo contribuito a costruire: non dovremmo riunire i ragazzi, parlare con loro, scambiare riflessioni, leggere e commentare testi inerenti al vuoto interiore che la nostra società teoricamente condanna ma di fatto promuove, mercificando tutto, spingendo all’arrivismo, mostrando un quotidiano esempio di corruzione dei costumi, favorendo attraverso i media l’esaltazione di modelli comportamentali completamente privi di valori profondi, di ideali per cui valga la pena vivere? Chi non aderisce è fuori dal gioco, chi non si fa notare nel bene, ma più spesso nel male, non ha diritto di esistere. Non esiste proprio. Vogliamo far capire ai ragazzi che incontriamo quotidianamente e tramite loro agli altri che esistono comunque e che sono importanti, anche quando non ce la fanno a ottenere buoni risultati scolastici, perchè dentro di loro ci sono tante potenzialità inespresse? Questi ragazzi hanno di fronte a sé infinite possibilità di fare cose belle, anche se vivono situazioni difficili. Dobbiamo ricordarglielo. Ogni giorno”.
Jessica Bianchi

 


Ultime notizie
Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie

Borsa
Più lette del mese
Ingoia lo scontrino dell’etilometro per cercare di eliminare ogni prova
2017-05-19

Ingoia lo scontrino dell’etilometro per cercare di eliminare ogni prova: è accaduto ...

Sabato 10 giugno torna Carpi c’è!
2017-05-10

Si replicherà sabato 10 giugno, a partire dalle 16 e fino alle 2 di domenica 11, Carpi...

Dall’11 giugno l’Alta Velocità ferma a Carpi
2017-05-23

Dall’11 giugno i treni Freccia Argento 8551 e 8552, nella tratta Mantova – Roma, ferm...

Carpi C’è bagnato, Carpi C’è replicato
2017-05-08

La pioggia scrosciante di sabato scorso non ha certamente aiutato lo svolgimento di Carpi C&r...

Due pesi, due misure!
2017-05-10

Sabato 6 maggio, dopo una serata di lavoro, una barista del centro storico di Carpi ha raggiunto ...

La Balorda dei record
2017-05-15

Una Balorda, quella di ieri, baciata da un sole caldissimo. A contribuire all’inna...

Kasanova sceglie Carpi
2017-05-02

Il marchio Kasanova, player specializzato negli accessori per la casa, sceglie il centro storico ...

“Non chiamatela bravata”
2017-05-04

Una bravata. Così l’hanno definita alcuni mentre per altri, la “notte brava&rd...

In corso le operazioni di recupero di una salma dai laghi Curiel di Campogalliano
2017-05-09

In questo momento i Vigili del Fuoco stanno intervenendo a Campogalliano per il recupero di un co...

Da Paolo Bonolis per salvare La Lucciola
2017-05-02

Partecipare a un programma Tv per sostenere una causa benefica? E’ quanto ha cercato di far...

Ok all’allargamento della Nazionale per Carpi
2017-05-12

Il Consiglio comunale di Modena ha approvato all’unanimità la delibera che esprime p...

A Carpi sono già tre i casi accertati di decesso di animali per avvelenamento non accidentale
2017-05-25

A Carpi sono già tre i casi accertati di decesso di animali per avvelenamento non accident...

Carpi: la capitale della moda italiana
2017-05-16

Ha preso ufficialmente il via nella prestigiosa cornice di Piazzale Re Astolfo la terza edizione ...

Beffati due volte
2017-05-19

Sono a dir poco furiosi i residenti e i professionisti che vivono e operano tra le vie Nuova Pone...

Focolaio familiare di scabbia a Soliera
2017-05-25

E’ stato segnalato un focolaio di scabbia in una famiglia composta da otto persone che risi...

Lo distrae e gli sfila un rolex da 35mila euro dal polso
2017-05-12

Lo distrae e gli sfila un rolex del 1972 del valore di 35mila euro dal polso. E’ accaduto ieri, a...

Al Borgogioioso visite gratuite alla Tiroide
2017-05-23

Anche quest’anno l’Endocrinologia dell’Ospedale di Carpi promuove la campagna p...

L’amore è sempre perfetto
2017-05-24

Struggente. Doloroso e, al tempo stesso, denso di speranza. Il nuovo toccante romanzo della filos...

Il giardino segreto
2017-05-11

C’è un angolo di paradiso a Carpi. Un’oasi segreta, le cui chiavi sono state a...

Apre l'area estiva della piscina Campedelli
2017-05-25

La Piscina comunale ‘Campedelli’ di Carpi (gestita da Coopernuoto s.c.s.d.) sabato 27...