Iscriviti alla newsletter

Sfoglia il giornale ovunque tu sia e in qualsiasi momento, iscriviti alla newsletter per ricevere ogni settimana Tempo sulla tua e-mail.

×
Visite gratuite per la prevenzione dei tumori della pelle
Carpi | 02 Maggio 2017

E’ importante sottoporsi a una visita dermatologica almeno una volta all’anno per la prevenzione del melanoma e dei tumori cutanei. “La guarigione del tumore della pelle, al momento dell’intervento medico o chirurgico, dipende dal suo stato di evoluzione – spiega la dottoressa Monica Modenese, dermatologa – e il melanoma è un tumore subdolo che può nascondersi ed essere scambiato per un neo”. Si tratta di un tumore in aumento in Emilia Romagna, “può insorgere a ogni età ma è più frequente nella popolazione adulta e la sua diffusione dipende da un diverso stile di vita adottato dalla popolazione che, con maggior frequenza rispetto al passato, si espone al sole. Ci sono categorie di persone più a rischio: chi vive o lavora sotto il sole è più a rischio di sviluppare un tumore alla pelle così come chi trascorre parecchie ore in barca o chi soffre di calvizie.  Generalmente i Carcinomi Cutanei si sviluppano nelle parti che sono più esposte al sole, le cosiddette zone fotoesposte ovvero volto, orecchie, collo, spalle e dorso; il Melanoma invece può insorgere  su tutte le aree del corpo comprese quelle nascoste”. La dottoressa Modenese aderendo all’iniziativa promossa dalla Farmacia Santa Caterina si renderà disponibile nella giornata di sabato 6 maggio per effettuare visite dermatologiche gratuite per il controllo dei nevi all’interno di uno spazio appositamente allestito. Chi soffre di cheratosi attiniche o ha notato piccole lesioni della pelle e macchie o semplicemente ha valutato che sia opportuno sottoporsi a una visita dermatologica può cogliere questa opportunità. “Conoscere la struttura dei nei consente di tenerne sotto controllo l’evoluzione ed, eventualmente, elaborare una diagnosi precoce di tumore alla pelle. I nevi a rischio non danno necessariamente origine al melanoma ma vanno tenuti sotto osservazione ed è il dermatologo a decidere se è il caso o meno di effettuare un’asportazione chirurgica o se fissare una nuova visita di controllo a distanza di tempo” spiega la dottoressa Modenese che, al termine della visita, fornirà eventuali indicazioni terapeutiche o, semplicemente, qualche consiglio sull’importanza di proteggersi per favorire la cultura del sole in sicurezza.
S.G.

 


Ultime notizie

Scarica l'App
Il giornale
in edicola
Sfoglia il giornale
Rubriche del Tempo
Altre notizie